Suzuki SV650 Abs: il bestseller si rinnova

Buzzoole

La Suzuki SV650 Abs
La Suzuki SV650 Abs

Suzuki rinnova quella che è diventata un bestseller del brand: la Suzuki SV650 Abs, moto in grado di essere guidata da tutti ed in grado di conciliare le esigenze dei “pistaioli” e dei centauri più tranquilli

Adesso la “V-Twin” è tornata, offrendo un ampio pacchetto di soluzioni tecnologiche e la classica facilità di guida che ha portato questa moto ad essere una delle più divertenti del mercato.

Grazie al suo profilo snello, frutto di diversi studi di ergonomia, questa moto risulta essere comoda e di essere guidata anche dai centauri più alti, grazie anche ad una forma rivista del serbatoio, che adesso è stretto e con ancora più spazio per le gambe, e questo senza rinunciare alla capacità, che è di 14,5 litri. La sella rastremata permette di cambiare rapidamente posizione durante le sequenze di curve, ma permette anche di rimanere comodamente seduti in posizione eretta. Sotto la parte posteriore della sella sono presenti anche gli anelli per fissare i bagagli, e questa caratteristica, combinata con le varie peculiarità della moto, rende la Suzuki SV650 Abs perfetta sia per i trasferimenti quotidiani che per le lunghe gite del weekend.

Design

La moto si presenta con le classiche linee di una naked, mantenendo lo stile che l’ha resa celebre in tutto il mondo.
Il faro anteriore è tondo ed è stato studiato per ottenere la migliore quantità di luce possibile in qualsiasi condizione, grazie ad un ampio fascio luminoso che permette di avere un’ottima visuale anche in piega.
La luce posteriore invece, è formata da due gruppi di LED ad alta luminosità, che permettono di avere un’alta visibilità nonostante le dimensioni ridotte.

Le linee della moto sono state studiate per esaltare la presenza del V-Twin, che è chiaramente visibile da tutte le posizioni. Queste linee pulite e semplici, sono state scelte anche per essere apprezzate da un gran numero di motociclisti e, in combinazione con la scelta di alternare parti in plastica nera a parti verniciate, danno alla moto un look leggero ma allo stesso sportivo.

Il V-Twin da 90°

Il propulsore di questa Suzuki SV650 Abs è un bicilindrico V-Twin a 90° da 645 cc in grado di erogare 72 CV di potenza e 64 Nm di coppia massima a 8100 RPM.
Come ogni bicilindrico, questo propulsore da il meglio di sè ai bassi regimi, ai medi regimi, la risposta del motore è lineare e docile, la potenza sempre sotto controllo.

Questo bicilindrico è stato inoltre dotato della tecnologia Dual Spark, una tecnologia che prevede l’impiego di due candele per ogni cilindro, in modo da ottimizzare lo scoppio ed avere migliori consumi, migliori prestazioni ed un’erogazione dolce e lineare.

Ad arricchire il pacchetto tecnologico legato al propulsore, c’è anche il nuovo sistema di iniezione STV, che prevede 10 fori su ogni iniettore e due valvole a farfalla per ogni cilindro, in modo da ottimizzare l’efficienza della combustione ed in modo da ridurre i consumi. Altra chicca legata a questo sistema di iniezione è un sistema di controllo del regime di minimo ISC integrato, che permette di ottenere un minimo ancora più stabile.

Altro miglioramento importante fatto dai motoristi Suzuki, è rivolto ai consumi: questo nuovo V-Twin che equipaggia la Suzuki SV650 Abs vanta consumi pari a 26,05 km/litro.

Infine, l’avanzato sistema di scarico, progettato in modo da risultare leggero e compatto, è in linea con le normative antinquinamento Euro 4 e regala un magnifico sound.

I sistemi tecnologici della Suzuki SV650 Abs

Come già detto, la Suzuki SV650 Abs, dispone del sistema antibloccagio di serie realizzato da Nissin.
Il sistema è stato riprogettato quasi interamente, in modo da ridurre il peso del sistema stesso (che adesso è di quasi due chili) senza però sacrificare l’efficacia del sistema: la centralina a 16-bit monitora l’aderenza della ruota 50 volte ad ogni giro, per portare ad un altissimo livello di potenza frenante e di controllo della stabilità.

Il pannello strumenti di questa Suzuki SV650 Abs è composto dallo schermo LCD multifunzione che mostra la marcia inserita, il tachimetro digitale, il contagiri, l’odometro, il contachilometri parziale, l’orologio, l’indicatore della temperatura dell’acqua e quello del livello dell benzina. La luminosità del display può essere impostata su sei diversi livelli preimpostati.

Un altro sistema studiato da Suzuki appositamente per questa moto è il SES (Suzuki Easy Start), un sistema che attiva il motorino d’avviamento ad intervalli prestabiliti in modo da accendere il V-Twin con una sola pressione del tasto. Una volta avviato il propulsore, la pressione sul tasto sarà automaticamente ignorata dalla centralina, in modo da preservare la vita del motorino d’avviamento.

Infine, parliamo del sistema Suzuki LRA (Low RPM Assist), che aumenta i giri del motore durante gli spostamenti a bassa velocità o a motore ancora freddo, in modo da evitare gli spegnimenti improvvisi del propulsore e rendere più semplice il controllo nel traffico.

Tecnica e ciclistica

L’impianto frenante si compone di due dischi anteriori da 290 mm ed un disco posteriore da 240 mm. La potenza frenante garantita da questa Suzuki SV650 Abs è impressionante, ed il sistema è dotato di ABS.

La sospensione anteriore è composta da una forcella a steli tradizionali da 41mm, che prevede un’escursione massima di 125 mm e la possibilità di regolare il precarico. Al posteriore è presente una sospensione link con ammortizzatore da 63 mm ed è regolabile nel precarico su 7 livelli predefiniti.

Il peso in ordine di marcia della Suzuki SV650 Abs è di soli 197 kg.
I pneumatici sono Dunlop con misure di 120/70ZR17M/C all’anteriore e 160/60ZR17M/C al posteriore.

Ecco il video di presentazione della Suzuki SV650 Abs

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.