Polizza per autocarro: quanto costa?

Con i tempi che corrono e gli alti costi dei premi assicurativi, la corsa al risparmio dei consumatori italiani è più che giustificata. D’altronde la grande concorrenza tra le compagnie assicurative favorisce un’ampia scelta e facilità non poco le possibilità di risparmio. Sono molte le tipologie di polizze presenti sul mercato, pacchetti assicurativi completi e personalizzati per venire incontro alle diverse esigenze della clientela. Sicuramente le assicurazioni auto sono quelle più diffuse nel nostro Paese, ma anche quelle relative agli autocarri rivestono un ruolo importante. Questo articolo sarà dedicato proprio a queste ultime e ai consigli da conoscere per economizzare sulla polizza autocarro.

Partiamo dal presupposto che l’autocarro è un mezzo utilizzato per l’attività commerciale, un veicolo particolarmente adatto al trasporto delle merci. Per effetto di tale considerazione appare chiaro come le polizze autocarro hanno parametri sensibilmente diversi rispetto alle assicurazioni auto. Ma, come per quelle riguardanti le auto, ci sono piccole strategie da sapere e da seguire per risparmiare qualche euro.

Il libero mercato consente alle compagnie di applicare differenti prezzi dei premi assicurativi, motivo per cui è molto meglio procurarsi e studiare attentamente diversi preventivi prima di fare la scelta definitiva e magari quella sbagliata. Prima di richiedere il preventivo occorre, però, avere le idee chiare su tutti gli elementi da includere nel contratto: massimali, eventuali franchigie e clausole accessorie. Ad esempio, prima di assicurare il proprio autocarro, meglio valutare scrupolosamente i massimali: dei massimali troppo alti potrebbero servire solo a far aumentare i costi della polizza, senza rispecchiare le reali singole necessità. Comunque, per valutare le varie offerte delle compagnie assicurative internet è un ottimo strumento, un mezzo facile da usare e veloce, soprattutto se si tiene conto dei tempi che servono quando si ricorre alle vie tradizionali. Con i comparatori online, infatti, si riescono a confrontare contemporaneamente diversi preventivi con un notevole risparmio in termini di tempo. In tal senso guide online come Assicurazioniautocarri.com, Assicurazioniautocarri.net e www.assicurazionifurgoni.it sono utilissime per avere in tempo reale le giuste informazioni sui preventivi.

Ricorrere al web non significa esclusivamente ridurre i tempi, ma anche e soprattutto risparmiare soldi. Gestire interamente l’assicurazione autocarro online può essere conveniente, perché le compagnie che operano via internet possono proporre prezzi più favorevoli per effetto delle minori spese amministrative. Tuttavia, online per ora è possibile solo contrarre polizze per autocarri con peso complessivo non superiore ai 35 quintali, una limitazione di cui tener opportunamente conto.

Un altro modo utile per risparmiare è ricorrere, quando è possibile, alla polizza temporanea. Molti autocarri vengono usati solo in determinati mesi dell’anno, quindi stipulare una polizza annuale potrebbe essere un vero e proprio spreco. Inoltre, è bene tener conto del numero di autocarri da assicurare: maggiore è il numero di mezzi e più elevato sarà lo sconto applicato dalle compagnie. Un discorso naturalmente valido soprattutto per le aziende.

Quando, poi, il veicolo non è intestato ad un’azienda ma a una persona fisica è possibile fruire della Legge Bersani, si può cioè ereditare la classe di merito di un familiare convivente e regolarmente iscritto allo stesso stato di famiglia. Ragione per cui, al momento del contratto assicurativo, occorrerà presentare lo stato di famiglia e, ovviamente, l’attestato di rischio utile per ereditare la classe di merito desiderata. Da sottolineare che è possibile fruire di questa agevolazione solo nei casi di veicoli della stessa categoria.

Contrariamente a quanto accade per le polizze auto, il calcolo del costo del premio da pagare per l’assicurazione autocarro non è legato né a parametri anagrafici né alla cilindrata. Uno degli elementi che maggiormente pesa sul premio è la portata complessiva del mezzo, in pratica la quantità di merce che l’autocarro può trasportare.

Oltre alle agevolazioni esistono però anche delle limitazioni previste per le polizze autocarro. Generalmente quando si assicura un autocarro le compagnie coprono al massimo due/tre incidenti annui, un limite dettato dal fatto che questi mezzi hanno lunghe percorrenze e vengono solitamente guidati da più conducenti, aspetti che evidentemente aumento di parecchio il rischio di sinistri. Superato il limite di due/tre incidenti l’anno, per essere coperti, occorre pagare un premio aggiuntivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.