Aston Martin DB11: svelata la nuova sportiva inglese

Di Marco Merlo

La Aston Marton DB11
La Aston Marton DB11

Al recente Salone di Ginevra lo storico marchio inglese Aston Martin ha presentato la sua nuova creazione, la DB11

Si tratta di un modello molto significativo sotto molti aspetti. Innanzitutto perché il primo modello nato sotto la nuova gestione di Andrea Bonomi e perché è, in assoluto, la prima Aston Martin della storia ad essere equipaggiata con un propulsore V12 biturbo.
Da punto d vista estetico e stilistico la DB11 si ispira alla DB10, vettura guidata da James Bond nell’ultimo film dell’omonima saga cinematografica. Tra le numerose novità che si notano ci sono i gruppi ottici anteriori di foggia inedita, dotati delle ormai immancabili luci LED, affiancata alla classica calandra Aston, che da sempre contraddistingue le sportive del marchio inglese. La fiancata si presenta morbida e lineare nello stile, con i passaruota piuttosto bombati, mentre la fanaleria posteriore presenta un design più affilato e deciso.
Anche nell’abitacolo lusso e sportività a profusione, con inserti in radica di legno e pellami pregiati di primissima qualità. Tra le numerose novità che sfoggiano gli interni vale la pena di citare la strumentazione digitale (realizzata in collaborazione con Daimler AG) con schermo da 12,1 pollici e il nuovo impianto multimediale d bordo, con schermo touch da 8 pollici.
La nuova DB11 è realizzata sulla nota piattaforma in alluminio dei precedenti modelli della casa inglese, ma che qui è stata profondamente rivista e corretta. I progettisti hanno poi avuto un’attenzione particolare per l’aerodinamica, ottimizzando al massimo il CX: un contributo importante in tal senso è dato dagli Aeroblade inseriti nella parte posteriore, che fungono da alettoni virtuali e sono in grado di incanalare l’aria ai lati dei montanti.

Sotto il cofano, come già anticipato, c’è il nuovissimo motore con 12 cilindri a V, avente una cilindrata di 5.2 litri ed erogante una potenza pari a 608 cv, con una coppia di 700 Nm. La velocità massima è di ben 322 km/h, con uno scatto 0-100 esauribile in soli 3,9 secondi: completano il quadro la trasmissione automatica (l’unica disponibile, almeno per il momento) e la trazione posteriore.
Con simili prestazioni velocistiche è d’obbligo un impianto frenante di prim’ordine, in questo caso composto da dischi anteriori scomponibili da 400 mm e dotati di ben sei pistoncini. La DB11 “calza” penumatici Bridgestone S007 da 255/40 all’avantreno e da 295/35 al retrotreno, realizzati appositamente. La nuova DB11 arriverà sul mercato entro la fine del 2016 con prezzi ancora in via di definizione.

La Aston Marton DB11
La Aston Marton DB11
La Aston Marton DB11
La Aston Marton DB11
La Aston Marton DB11
La Aston Marton DB11
L'abitacolo dell'Aston Martin DB11
L’abitacolo dell’Aston Martin DB11
L'abitacolo dell'Aston Martin DB11
L’abitacolo dell’Aston Martin DB11

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.