LaFerrari: ecco tutti i dettagli sulla strumentazione

Il quadro strumenti de LaFerrari
Il quadro strumenti de LaFerrari

Il cruscotto è completamente digitale, sviluppatto interamente dall’ azienda italiana Mta. La componente consiste in uno schermo Tft da 12,3″ che ha richiesto l’impiego di due potenti microprocessori distinti. La prima unità è dedicata all’elaborazione delle informazioni provenienti dalla vettura, la seconda dedicata alla gestione grafica. Per la prima volta, anche il layout può essere modoficato, passando dalla strumentazione in pieno stile Ferrari, con il grande contagiri al centro, alla versione “Racing”, ispirata interamente alle vetture da corsa. Andando a guardare più attentamente il layout della configurazione tradizionale, ci si accorge che i dati visualizzati accanto al contagiri possono essere modificabili in tutto e per tutto. Possiamo visualizzare informazioni su velocità, temperature dei liquidi, pressione dei pneumatici, sensori di parcheggio, navigatore e dati del trip computer. Le videate più innovative sono quelle relative al funzionamento del Kers e dei sistemi elettronici in funzione a seconda della modalità impostata col manettino. Nella configurazione Racing, invece, il conducente ha a disposizione una quantità di dati davvero notevole, con informazioni su marcia inserita e contagiri messi in risalto. E’ possibile, mediante un modulo molto dettagliato,  anche consultare la telemetria, gestita e sviluppata da una centralina esterna. Le due modalità sono selezionabili in qualunque momento, indipendentemente dal set-up del manettino selezionato in un determinato momento. La modalità di guida attiva (Wet, Sport, Race, Ct Off, Cst Off) viene inoltre visualizzata nel quadro tramite un’etichetta digitale, che evita al pilota di abbassare lo sguardo distogliendolo dalla strada.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.