Abarth 695 biposto: una leggenda che si rinnova

La nuova Abarth 695 biposto
La nuova Abarth 695 biposto

A cinquant’anni dalla presentazione del primo modello, la Abarth ha presentato la seconda versione dell 695, denominata 695 biposto.
Questa vettura, secondo quanto dicono i documenti, è una vettura stradale, ma guardando l’abitacolo e andando a fondo nel motore, possiamo capire come questa vettura potrebbe tranquillamente fare bella figura anche in pista. La carrozzeria, in color Grigio Performance a effetto materico, è stata arricchita da finiture in titanio per il baffo anteriore e le maniglie di portiere e portellone. Il cofano è realizzato in alluminio, mentre i paraurti, anteriore e posteriore, le minigonne, i passaruota e gli spoiler sono arricchiti con inserti di carbonio, così come le calotte degli specchietti e la copertura dei montanti.
Salendo a bordo di questa vettura, chi ama la guida sportivasi sentirà a proprio agio anche per andare a fare la spesa. E’ tutto curato nei minimi particolari, come la pedialiera in sportiva, il pianale in alluminio e la cintura a quattro punti. I sedili anteriori sono rivestiti in Alcantara e pelle, mentre al posto del divano posteriore è stato inserito un robusto rollbar di titanio. Questa soluzione, ovviamente, premia il peso, facendo raggiungere un massimo di 997 kg. Ma questa non è l’unica soluzione per risparmiare sul peso. Sulla 695, infatti, non sono stati montati i fari allo Xeno, i fendinebbia, il climatizzatore, l’impianto radio e i finestrini elettrici, sostituiti da cristalli fissi con sportelli scorrevoli in policarbonato.
La vettura, equipaggiata con il propulsore 1.4 T-Jet da 190 CV, è in grado di raggiungere i 100 km/h in 5,9 secondi, con una velocità massima di 230 km/h. La vera particolarità di questa vettura, però, è il cambio ad H con innesti frontali.
Fanno parte dell’equipaggiamento di serie Abs, Esp e Ttc, differenziale autobloccante a dischi e frizioni, l’intercooler frontale, lo scarico Akrapovic e il sistema frenante della Brembo con dischi anteriori flottanti ventilati e forati, e pinze monolitiche a quattro pistoncini. Da segnalare, inoltre, la presenza di ammortizzatori con regolazione in altezza e idraulica, e, abbinati a pneumatici da 215/35 R18, i cerchi di lega da 18″ alleggeriti.

L'abitacolo della nuova Abarth 695 biposto
L’abitacolo della nuova Abarth 695 biposto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.