Alla regolazione di sedili e specchietti ci penserà l’iPhone

L'abitacolo della BMW i3 è stato scelto dalla Apple per i primi test
L’abitacolo della BMW i3 è stato scelto dalla Apple per i primi test

E’ stato da poco svelato uno dei nuovi progetti della Apple, che riguarda il mondo dell’automobile. Secondo il brevetto che risale a gennaio del 2012, si sta cercando di costruire un sistema in grado di memorizzare le preferenze di chi guida e di importarle automaticamente su altri veicoli, attraverso l’iPhone. Più precisamente, il brevetto della Apple citato in un documento dello Us Patent & Trademark Office datato 1° agosto, parla di un sistema per salvare le preferenze di un “ambiente” (in questo caso l’auto) su un dispositivo elettronico portatile (l’ iPhone, o l’ iPad) come ad esempio l’altezza e la posizione dei sedili, degli specchietti, del volante, del climatizzatore, per poterli poi trasferire in automatico su altri mezzi, magari usati da più persone come nel caso di auto di famiglia, aziendali o taxi. Ogni automobilista avrà così la sua configurazione ideale dell’automobile sempre con sè. La difficoltà sta ovviamente nel riuscire a conciliare le differenti caratteristiche di ogni veicolo, e quindi lo smartphone dovrà non solo dialogare con i sistemi di bordo della vettura per carpirne le caratteristiche, ma anche riuscire a valutare i dati metrici come ad esempio la posizione del conducente, la visuale ecc.
Una sfida particolarmente difficile insomma, che non si limita all’ambiente automobilistico, anzi, verrà studiato anche per le case e gli alberghi, in modo che tramite lo smartphone la gente possa portare le proprie preferenze ovunque.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.