Crash test giugno: solo la Golf Sportsvan conquista le 5 stelle

Il logo della EURO NCAP, la commissione che conduce i test
Il logo della EURO NCAP, la commissione che conduce i test

Dopo i deludenti risultanti delle microcar, EuroNCAP si è rimessa all’opera, conducendo i crash test su 5 vetture che, per la verità, non hanno dato risultati entusiasmanti.
Solo la Volkswagen Golf Sportsvan riesce ad aggiudicarsi le 5 stelle, la Ford Courier si ferma a quattro stelle e la Citroen C-Elysée, la MG3 e Renault Megane conquistano soltanto tre stelle.
Ovviamente, per ottenere un’ottima valutazione, non basta proteggere i passeggeri con airbag e cinture, ma è necessario avere anche un assortito pacchetto di sistemi di sicurezza attiva e preventiva, come sistemi di frenata, indicatori di cambiamento di carreggiata, ecc.
La Renault Megane, ad esempio, ha ottenuto una scarsa valutazione non per lo stato fisico dei passeggeri dopo l’urto ma per l’assenza di alcuni sistemi come l’avvisatore acustico per le cinture di sicurezza posteriori.
Maglia nera del gruppo è la Citroen C-Elysée che è equipaggiata solo di ESC e limitatore di velocità manuale. L’avvisatore per le cinture slacciate è presente solo sul sedile di guida, mancando sul sedile del passeggero anteriore il sistema non è stato ritenuto valido da Euro NCAP. Unica vettura del lotto ad essere equipaggiata di un sistema di frenata autonoma extraurbano (optional, ma le previsioni di vendita sufficientemente alte permettono di valutarlo) è la Volkswagen Golf Sportsvan.
Per quanto riguarda il crash test frontale, la C-Elysée e la MG3 deludono un pò le aspettative, dando problemi alle gioncchia di chi è seduto avanti. Entrambe hanno ancora strutture rigide potenzialmente pericolose sotto la plancia, che potrebbero ferire le gambe di chi, non per colpa propria, non siede al volante o non ha le dimensioni esatte del manichino Hybrid III 50percentile usato nei crash test. Problemi anche nella simulazione d’urto laterale del palo per la berlina Citroen: il torace viene compresso in maniera eccessiva, unito a ciò anche un’innaturale distribuzione delle forze sulla struttura del manichino ES2, che ha falsato le rilevazioni in meglio. L’impatto nella realtà potrebbe essere letale al pilota.
Inoltre, su queste vetture sono stati riscontrati problemi di installazione dei seggiolini. Sulla Ford Tourneo Courier, equipaggiata di serie con gli ancoraggi per i seggiolini, non permette però una installazione semplice. Il sistema di bloccaggio del seggiolino installato sul sedile posizionato tutto indietro (come raccomandato) interferisce con la linguetta di fermo della fibbia della cintura di sicurezza, rendendone impossibile l’installazione. Sulla MG3 i seggiolini ISOFIX universali di gruppo 1 non possono essere installati sui posti esterni del sedile posteriore a causa del mancato supporto dello schienale, il che permette una pericolosa rotazione.
Per quanto riguarda la sicurezza dei pedoni, tutte le vetture, ad eccezione della Citroen e della MG3, superano la soglia del 60% utile per ottenere il punteggio massimo. Però, anche per le vetture che hanno superato il 60% ci sono grossi problemi per la protezione del bacino del pedone investito, a causa del bordo del cofano che è troppo duro e, quindi, difficilmente deformabile.
I risultati in sintesi:

  • Citroen C-Elysée – 3 stelle – Adulti 71% – Bambini 75% – Pedoni 54% – Assist 33%
  • Ford Tourneo Courier – 4 stelle – Adulti 84% – Bambini 84% – Pedoni 74% – Assist 56%
  • MG3 – 3 stelle – Adulti 69% – Bambini 71% – Pedoni 59% – Assist 38%
  • Renault Megane – 3 stelle – Adulti 83% – Bambini 78% – Pedoni 60% – Assist 48%
  • VW Golf Sportsvan – 5 stelle – Adulti 87% – Bambini 85% – Pedoni 62% – Assist 73%

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.