Formula 1: Roma, Parigi e Londra nel calendario della Formula E

La vettura da competizione per le strade di Roma
La vettura da competizione per le strade di Roma

La Formula E, dove “E” sta per ecologia, è una realtà. Lo sarà in concreto nel 2014 quando partirà il primo campionato a impatto zero. Toccherà le principali capitali del mondo: Roma, Parigi, Londra, Copenhagen, Rio del Janeiro e Miami, con un messaggio importante per l’ambiente ed il mondo dei motori. Nei giorni scorsi è stata presentata la tappa italiana con tanto di prototipo dell’auto da gara arrivato sul piazzale del Campidoglio, alla guida del pilota Lucas Di Grassi. “Una gara come questa  attirerà un sacco di giovani e sarà un formidabile veicolo di promozione per lanciare l’energia pulita”. Sono le parole di lancio del progetto da parte del presidente della FIA, Jean Todt presente nella capitale italiana al fianco del sindaco, Gianni Alemanno. “Abbiamo scelto un percorso che dovrebbe toccare alcuni dei posti più belli della città. Sarà uno dei circuiti più suggestivi del mondo, abbiamo avuto diverse richieste di adesione, ben 20”, ha affermato il Ceo di Formula E Alejandro Agag. Il tracciato scelto per ospitare il GP di Roma della Formula E, caratterizzata da veicoli elettrici che però possono raggiungere i 220 all’ora, sorgerà tra Caracalla, Circo Massimo e Colosseo. “Sono emozionato, questo e’ un progetto che definirei ‘visionario’ per l’automobilismo sportivo”, ha rimarcato poi Jean Todt.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.