Formula E: ecco il calendario, i piloti e i punti chiave del regolamento

Una monoposto da Formula E
Una monoposto da Formula E

Continua la cavalcata della Formula E verso il debutto, previsto per il 13 settembre a Pechino con il GP di Cina. La nuova categoria esclusivamente per monoposto elettriche vedrà 20 vetture al via, con dieci team già iscritti, ed alcuni piloti annunciati: l’ultima novità in fatto di team è la presenza del nostro Jarno Trulli con una nuova scuderia (TrulliGP), di cui è proprietario. Da segnalare, inoltre la presenza di due donne: la nostra Michela Cerruti e la britannica Katherine Legge.
A differenza della Formula 1, il campionato di Formula E si svolgerà a cavallo tra due anni solari, riempiendo lo spazio temporale lasciato vuoto dalla Formula 1 che, nel periodo di svolgimento del campionato riservato alle monoposto elettriche, sarà ferma per la consueta pausa invernale.
Secondo quanto visto nella prima bozza del calendario, le tappe saranno dieci e toccheranno quasi tutto il mondo, con GP previsti in Europa, Asia e America, anche se ancora non si sa dove si correrà il Gran Premio del 14 febbraio. L’ipotesi di correre a Roma è stata scartata per questo campionato, visto che il progetto del tracciato è stato bocciato.
Ogni appuntamento avrà prove libere, qualifiche e gara. Le sessioni non saranno spalmate su un intero weekend ma saranno disputate tutte in un’unica giornata (sabato), in modo da abbassare i costi e creare meno disagi possibili alla città ospitante, visto che si correrà solo su tracciati cittadini.
Il sistema di assegnazione dei punti è quasi uguale a quello della Formula 1, con punti attribuiti a costruttori e piloti in misura pari a 25 punti al primo classificato, 18 al secondo, 15 al terzo e così via. La differenza principale sta nell’assegnazione di 3 punti al pilota che conquisterà la pole position ed altri 3 punti al pilota che effettuerà il giro più veloce in gara.
Il regolamento prevede che i motori eroghino una potenza massima di 180 CV nel corso della gara mentre, durante le prove libere e qualifiche, potranno erogare la potenza massima di 270 CV. Durante la gara tuttavia, per un numero prestabilito di volte, si potrà premere il “BoostButton”, che porterà per qualche secondo la potenza del motore al massimo di 270 CV. Durante la gara, sarà obbligatorio il pit stop per il cambio della vettura e il cambio gomme non sarà consentito se non in caso di foratura.
Ecco l’attuale quadro dei team e dei piloti:
Andretti Autosport: Franck Montagny, da definire
Audi Sport ABT: Lucas di Grassi, Daniel Abt
China Racing: piloti da definire
Dragon Racing: piloti da definire
E.Dams: Sebastien Buemi, Nicolas Prost
Mahindra Racing: Karun Chandhok, Bruno Senna
Super Aguri: Katherine Legge, da definire
TrulliGP: Jarno Trulli, Michela Cerruti
Venturi Grand Prix: Nick Heidfeld, Stéphane Sarrazin
Virgin Racing: Jaime Alguersuari, Sam Bird
Ecco il calendario:
13/09/2014 Gp Cina (Pechino)
18/10/2014 Gp Malesia (Putrajaya)
13/12/2014 Gp Uruguay (Punta del Este)
10/01/2015 Gp Argentina (Buenos Aires)
14/02/2015 Da definire
14/03/2015 Gp Usa (Miami)
04/04/2014 Gp Usa (Long Beach)
09/05/2015 Gp Monaco (Montecarlo)
30/05/2015 Gp Germania (Berlino)
27/06/2015 Gp Gran Bretagna (Londra)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.