Formula E: Bird vince la gara, Piquet jr. il titolo!

Il vincitore della seconda gara di Londra è stato il padrone di casa Sam Bird, ma i festeggiamenti sono tutti di Piquet per la conquista del titolo

In realtà, a tagliare il traguardo per primo è stato Stéphane Sarrazin, poleman di giornata, che però è stato penalizzato di 49 secondi dalla direzione gara per consumo eccessivo di energia.
Occupano gli altri due gradini del podio i due piloti del team americano Dragon Racing, con Jerome D’Ambrosio che ha preceduto Loic Duval. I due piloti, grazie a questi piazzamenti, riescono a portare la Dragon Racing in seconda posizione nella classifica costruttori.

Bird è stato favorito, oltre che da una guida aggressiva nel momento in cui la sua monoposto aveva le batterie cariche, da alcune combinazioni che si sono verificate durante il cambio vettura. Una volta conquistata la tera posizione, Sam ha atteso il momento giusto per attaccare Duval e conquistare la seconda posizione, trasformatasi in vittoria in seguito alla penalizzazione di Sarrazin.

Ai piedi del podio troviamo un ottimo Bruno Senna, seguito da Buemi, Di Grassi e Piquet jr., laureatosi campione del mondo.
Nelsinho, comunque, ha condotto un’ottima gara, partendo dall’ottava fila e scalando la classifica fino alla settima posizione, conquistando 6 punti. E proprio questi 6 punti hanno permesso al brsiliano di vincere il titolo, chiudendo il suo mondiale con soltanto un punto di vantaggio sullo svizzero Sebastien Buemi.

L’ex driver della Renault in Formula 1 ha guadagnato quattro posizioni in partenza, prima di decidere di conservare energia per permettersi un giro in più del resto del lotto con la sua prima macchina. Rientrato in decima posizione, il brasiliano ha visto il suo compagno di squadra Oliver Turvey cedergli la nona posizione e spianargli la strada per la rincorsa a Salvador Duran, superato due giri dopo.

Ma il grande deluso è sicuramente Sebastien Buemi che, vista la posizione di qualifica di Piquet jr., sicuramente credeva nella conquista del titolo, sfumata anche per un suo errore: lo svizzero, infatti, una volta sostituita la vettura, ha commesso un errore che gli ha fatto fare un 360°, perdendo una posizione in classifica. Tanto è bastato per perdere un titolo mondiale praticamente conquistato già a metà gara.
Tuttavia lo svizzero ha tentato di attaccare la quarta posizione perduta qualche giro prima, ricevendo una dura risposta da Bruno Senna che non lo ha fatto passare, ottenendo il suo miglior risultato stagionale. Al termine della gara, Buemi è andato a dire qualcosa al brasiliano…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.