Formula E: Di Grassi domina a Berlino

Il leader del campionato ha conquistato la sua terza affermazione stagionale e si conferma come maggiore pretendente al titolo

Il brasiliano della ABT Sportsline ha conquistato il bottino pieno in quella che è la gara di casa della sua scuderia, la Audi, dopo aver scavalcato alla prima curva Jarno Trulli, poleman di questo evento.
Il pilota abruzzese, infatti, ha commesso un errore ed è arrivato largo alla prima staccata del tracciato realizzato all’interno dell’ex aeroporto internazionale di Tempelhof e ha poi lottato per mantenere la seconda posizione, prima che un altro errore lo risucchiasse all’interno del gruppo. La gara dell’ex pilota di Formula 1, però, è terminata in corsia dei box a due tornate dalla fine.

Di Grassi è stato bravo a sfruttare le battaglie che avvenivano alle sue spalle per scavare un piccolo vuoto alle sue spalle in modo da assicurarsi di non venire minacciato fino al termine della corsa.

Taglia il traguardo in seconda posizione, Jerome D’Ambrosio, il pilota belga (di origini italiane) della Dragon Racing ed ex pilota di Formula 1. Jerome è stato autore di una magnifica rimonta iniziata allo start dalla sesta posizione. Il portacolori del team Dragon Racing ha prima superato Trulli e subito dopo Nicolas Prost. A quel punto, colmato il ritardo, con il duetto Buemi-Heidfeld, ha superato entrambi, ma ormai non c’era più tempo per tentare di prendere il vincitore.

Terza posizione per Sebastien Buemi, campione del mondo in carica del Mondiale Endurance. Lo svizzero ha tentato di conservare la terza posizione in ottica classifica, visto che, con Di Grassi e Piquet, la lotta per la conquista dell’iride è ancora apertissima.

Quarta posizione per Loic Duval, seguito dal rimontante Nelson Piquet Jr., che è scattato dalla tredicesima posizione in griglia e ha un pò giocato di strategia per conquistare importanti posizioni nella seconda parte di gara: la sosta del pilota brasiliano, infatti, è stata ritardata di un giro in modo da poter sfruttare un “pieno” ed il FanBoost nella seconda parte di gara. Proprio grazie al FanBoost, Piquet ha scavalcato Stephane Sarrazin.

Ottava posizione per Vergne, che recupera due posizioni rispetto alla griglia di partenza, seguito da Sam Bird e Vitantonio Liuzzi, che chiude la top ten.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.