Gomme invernali e RCA, novità in vista

Un pneumatico da neve
Un pneumatico da neve

Il Senato ha appena modificato (e approvato) il decreto sviluppo-bis, con diverse novità che riguardano il mondo dell’auto; ora, per renderne effettive le norme manca solo un ok della Camera. Ma la situazione si è complicata con l’annuncio del premier Monti, che si dimetterà a breve: il voto dei deputati potrebbe esserne influenzato. Comunque, se il testo diverrà legge, la novità più importante riguarda le gomme invernali: che, nel caso in cui l’ente gestore della strada le imponesse in previsione di abbondanti nevicate, non sarebbero più sostituibili con le più economiche catene da neve. Con un prevedibile aggravio per le tasche di molti italiani, costretti per circolare a comprare anche i pneumatici “winter”.  Altre due (possibili) novità in arrivo riguardano i pedaggi autostradali e le polizze Rca. Oggi, i gestori delle autostrade non possono identificare chi sfugge al pagamento (questo è compito della polizia stradale): se il decreto diventerà legge, invece, previo superamento di un corso di qualificazione, anche i casellanti potranno trasformarsi in “poliziotti”, individuando i trasgressori. Poi, l’abolizione del tacito rinnovo Rca, anche se con un periodo di tolleranza di 15 giorni: alla data di scadenza del contratto, cioè, la polizza si “estinguerà” automaticamente, ma gli automobilisti avranno ancora un paio di settimane per ricordarsi di rinnovare la polizza, evitando così di circolare senza copertura. E la compagnia dovrà avvertire il cliente 30 giorni prima della scadenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.