Kawasaki H2, la moto stradale con il turbo

La Kawasaki H2
La Kawasaki H2

E’ finalmente finito il conto alla rovescia: durante l’edizione 2014 dell’Eicma è stata presentata la versione “H2” della Ninja H2R, che potremo incontrare nelle nostre strade a partire da marzo 2015. 

Ovviamente non ci si può aspettare la stessa potenza dalle due verdone, ma considerando che partiamo da 310 CV in pista (qualcuno al Salone diceva qualcosa in più..), trovare “solo” 200 CV nella versione da strada non è niente male. I tecnici di Akashi hanno voluto allinearsi con le classiche supersportive come la nuova 1299 Panigale, la R1 2015 e la BMW S 1000 RR 2015, ma per fare questo non hanno modificato il motore, che rimane strettamente legato a quello della H2R, bensì hanno lavorato sull’elettronica. Per il resto, tubi d’acciaio ad alta resistenza per il telaio, sospensioni KYB, ammortizzatore di sterzo elettronico Öhlins e impianto frenante Brembo creano ottime aspettative.

Anche esteticamente le due Ninja sembrano gemelle grazie alle carene che i tecnici hanno studiato insieme al comparto aerospace di Kawasaki Heavy Industries per minimizzare la resistenza aerodinamica, e che sono state colorate con una vernice particolare nera opaca che però alla luce del sole assume caratteri riflettenti.
Anche i vari dettagli che naturalmente non possono mancare in una moto da strada sono stati inseriti in modo opportuno: gli specchietti retrovisori hanno sostituito ad esempio le due ali presenti sul cupolino della H2R, ma mantengono la funzione di stabilizzazione del mezzo alle alte velocità, compare un grande scarico a doppia uscita sulla destra insieme a collettori più lunghi e al catalizzatore. Infine le luci, che non possono mancare, inserite davanti tra le due prese d’aria, il portatarga e le frecce.

Sono tanti i CV da tenere a bada, ma Kawasaki ha pensato pure a questo, equipaggiando le due Ninja con diverse funzionalità:
KTRC (Kawasaki Traction Control): il pilota può scegliere tra tre diverse modalità (Mode1 per la pista, Mode2 per la strada e Mode3 per condizioni di bagnato). In questo modo il sistema è in grado di garantire sempre la massima trazione. È disponibile anche una quarta mappatura, la Rain.
KLCM (Kawasaki Launch Control Mode)
KEBC (Kawasaki Engine Brake Control): il pilota può modificare il freno motore secondo le necessità.
KIBS (Kawasaki Intelligent anti-lock Brake System): basato sul sistema di frenata assistita presente sulla ZX-10R, migliorata in diversi punti per l’uso in pista.
KQS (Kawasaki Quick Shifter).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.