La Sauber conferma Ericsson e Nasr

Alla vigilia del weekend di gara di Ungheria, la Sauber ha ufficializzato la line up per il 2016

Il comunicato arrivato via Twitter è stato breve ma chiaro: “Felipe Nasr e Marcus Ericsson saranno alla guida delle due Sauber anche nella prossima stagione”.

La scuderia elvetica, tornata ad un buon livello di competitività, ha deciso di puntare nuovamente sui due piloti che hanno contribuito al rilancio stagionale del team, forte anche dei “borsini” portati dai piloti stessi.
Per capire quanto siano importanti gli sponsor dei piloti, basti pensare che per mantenere lo sponsor del brasiliano Felipe Nasr, che alla Sauber vale circa 15 milioni di euro, i designer della scuderia hanno dovuto creare una livrea totalmente nuova con i colori del logo del “Banco do Brazil”.

E proprio grazie a queste consistenti sponsorizzazioni la Sauber è riuscita a sviluppare una monoposto che, nella primissima parte della stagione, ha conquistato punti importanti (16 solo a Melbourne), che hanno portato il team ad avere la sicurezza di una classifica che, a fine stagione, potrebbe sorridere alla scuderia ed alle sue casse.

Inoltre, la scelta di confermare i piloti, può essere un modo per dare sin da subito stabilità al team e per potersi concentrare unicamente sullo sviluppo della vettura per cercare un incremento di prestazioni da qui alla fine del campionato.

Analizzando le prestazioni dei piloti, sicuramente, possiamo dire che i due giovani piloti della Sauber si sono fatti rispettare, trovandosi molto spesso sono i riflettori assieme ai due esordienti Max Verstappen e Carlos Sainz.
Il nome del brasiliano, dopo le continue voci della cessione di Bottas, era stato più volte accostato alla Williams ma, la sua uscita dal mercato, sicuramente rattristerà tutte le piccole scuderie che cercavano un pilota come Nasr sia per le sue qualità che per l’aiuto economico che porta il pilota stesso.

Ecco il tweet della Sauber

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.