Mercedes: ecco i dettagli del cambio 9G-Tronic

Uno schema del cambio 9G-Tronic diffuso da Mercedes
Uno schema del cambio 9G-Tronic diffuso da Mercedes

La Mercedes è una delle pochissime case che producono quasi tutto da sè, come le trasmissioni automatiche, invece di acquistare alcuni componenti. Questa scelta è giustificata dal grande numero di automobili con trasmissione automatica venduti dal 1961 ad oggi: ben 22 milioni. L’ultima innovazione tecnologica, introdotta nella gamma della Classe E, è il cambio automatico a 9 rapporti, chiamato 9G-Tronic. Questo cambio, portato al debutto dalla nuova Classe E 350 BlueTEC, sostituirà progressivamente l’attuale trasmissione a sette marce. Questo cambio è destinato alle vetture con trazione posteriore e integrale, indipendentemente dall’alimentazione. Per capire le potenzialitá del cambio basterebbe dire che la coppia massima trasmissibile è di 1.000 Nm. Questo cambio, non è il precedente sette marce con la semplice aggiunta di altri due rapporti ma è un cambio nuova concezione, progettato con materiali innovativi. Basti pensare che l’ingombro è lo stesso del sette marce ma il peso è inferiore, grazie alla scatola del convertitore realizzata interamente in alluminio, alla scatola del cambio realizzata in puro magnesio e alla coppa dell’olio realizzata con un polimero innovativo e leggerissimo. A ridurre il peso, contribuisce già la geometria stessa del cambio: i nove rapporti, infatti, si ottengono utilizzando soltanto quattro ruotismi planetari e sei attuatori. I clienti che acquisteranno una Mercedes con questo cambio, apprezzeranno il maggiore comfort di guida, grazie alle cambiate migliorate mediante tre sensori di velocità, installati all’interno della scatola del cambio, che confrontano continuamente la velocità di rotazione di ogni organo interno alla scatola. Il 9G-Tronic consente anche di saltare l’innesto di diverse marce se la logica elettronica lo ritiene utile per adeguarsi meglio alla condotta del guidatore sia in scalata sia in accelerazione. Oltre alla logica di cambiata sportiva (S) si potrá utilizzare anche la modalitá manuale, con tempi di risposta ridotti rispetto al 7G.
Ovviamente, i tecnici Mercedes hanno fatto le cose in grande, predisponendo questo nuovo cambio per l’utilizzo dello Start&Stop. Questa predisposizione è stata ottenuta mediante l’integrazione di due pompe per l’olio: una meccanica e una elettrica. Questa soluzione, non riguarda solo l’utilizzo dello Start&Stop, ma ottimizza anche a lubrificazione e lo smaltimento di calore dal cambio. I primi dati relativi all’utilizzo di questo cambio, ovviamente provengono dalle prove effettuate con la E 350 BlueTEC. Grazie alle due marce in più, per la berlina dichiara un consumo di gasolio ridotto a 5,3 l/100 km e, per la station, a 5,6 l/100 km, entrambe equipaggiate col V6 da 185 kW. Oltre al consumo, cala anche la rumorositá nella marcia autostradale perché i rapporti più lunghi fanno girare il V6 a un regime inferiore: la Mercedes dichiara quattro decibel in meno a paritá di andatura. Per esempio, a 120 km/h in nona marcia il V6 diesel gira a soli 1.350 giri/min.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.