MotoGP Qatar, Lorenzo e Rossi tornano come prima

Prima uscita in pista dopo i test per i piloti MotoGP e dopo 45 minuti di FP1, è chiaro il dominio Yamaha, con Jorge che stacca tutti e per primo il compagno Vale, di 2 decimi e mezzo abbondanti. Terzo Iannone, ma sono in 10 compresi in un secondo, di quali la metà sono scesi sotto il 1’56.

di Sanda Urda

Prima uscita libera sul circuito con il rettilineo più lungo nel mondiale, Losail International Circuit, per la classe regina che si prepara al Commercial Bank Grand Prix of Qatar, prima gara della stagione 2016. Con la pista ancora da gommare dopo la pioggia di ieri, i top rider sono partiti con forza.

Fin da subito, Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) è il primo a scendere sotto il 1’56, ma anche l’unico ad andare veloce con tutte 3 varianti di gomma portate dalla Michelin, di fatto leaderizza con un certo vantaggio questa prima sessione, grazie al 1’55.440 ottenuto in chiusura. Il compagno di box, Valentino Rossi (+0.267s) che riparte anche lui dalle soluzioni trovate nei ultimi test qui, si è preso la seconda posizione con orgoglio. Veloce da subito anche Andrea Iannone (Ducati Team) incollato a Vale (solo 29 millesimi di differenza) e con la gomma morbida vola in terza posizione, mentre il suo teammate Andrea Dovizioso (+0.947s) con chattering sull’anteriore chiude nono. Conferma la vicinanza dei team satellite Hector Barberà (Avintia Racing) che porta la sua Ducati GP14 in quarta casella, a meno di un decimo da Iannone. Attaccato anche Maverick Vinales (37 millesimi di differenza) con la Suzuki ECSTAR, quinto ed ultimo a scendere sotto il muro del 1’56. In ritardo di due decimi, sesto Pol Espargarò (Monster Yamaha Tech3), quale guida il secondo gruppo di cinque tempi compresi in un secondo. Ne fanno parte rispettivamente le due Honda HRC con Dani Pedrosa davanti a Marc Marquez, settimo ed ottavo, entrambi alle prese con alcuni problemi d’elettronica, nono il Dovi e la top ten la chiude Scott Redding (OCTO Pramac Yachnich). Danilo Petrucci, l’altro pilota Pramac, è riuscito a completare 17 giri e finire in quindicesima posizione, nonostante le condizioni ancora delicate della sua mano. Stanchezza e dolore per il ternano che non molla l’osso e prova a prepararsi per la gara.

La MotoGP scenderà in pista quest’oggi, dalle 16:00 e 18:55 (ore italiane) per la seconda e terza sessione di prove libere da 45 minuti ciascuna. Le condizioni della pista saranno diverse, e vediamo se rimarranno tutti dell’idea sulla gomma dura per la gara di domenica.

per la classifica completa clicca qui

foto: motogp.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.