Nuova Alfa Romeo Giulia: ritorno al futuro

La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia

Svelata la nuova berlina della casa di Arese, che segna il ritorno alla trazione posteriore sui modelli del biscione

Stavamo aspettando una berlina sportiva a trazione posteriore degna di questo nome targata Alfa Romeo da più di 2 decadi,ossia dall’uscita di produzione della gloriosa 75 con motore boxer nel 1992, ma ora l’attesa è terminata. Ecco la nuova Alfa Romeo Giulia!
Per “farsi perdonare” dopo tutti questi anni di berline a trazione anteriore (e integrale), Alfa ha deciso di far debuttare la sua nuova creatura nella forma più selvaggia e brutale ovvero la Quadrifoglio Verde, o più semplicemente QV, equipaggiata con un sorprendente motore da 3 litri V6 turbocompresso accreditato di una potenza di 503 cavalli (503!) accuratamente studiato dagli ingegneri italiani. Questi ultimi infatti hanno affermato che questo nuovo propulsore sarà sensazionale nella potenza espressa e nella coppia motrice con un accelerazione 0-100 dichiarata di soli 3,9 secondi, ma anche di grande efficienza per quanto concerne i consumi e molto gentile e fluido nell’erogazione grazie all’implementazione di un sistema elettronico di disattivazione controllata dei cilindri in relazione alla situazione di guida in cui ci si trova.

La nuova Giulia inoltre può vantarsi di una perfetta distribuzione 50/50 tra i due assali e in termini di peso (sebbene Alfa non abbia fornito numeri ufficiali) questa caratteristica unita al largo utilizzo di materiali ultraleggeri su tutti carbonio, fibra di carbonio e alluminio composito risulta in un rapporto peso/potenza stimabile come inferiore ai 3 Kg/cavallo, facendo dunque due calcoli, si può dedurre che la massa del veicolo dovrebbe essere inferiore ai 1’530Kg. Tutto ciò dà una chiara idea dell’anima corsaiola che dovrebbe permeare la Giulia.

L’impianto telaistico è innovativo con alcune componenti mutuate dalla Maserati Ghibli e verrà coadiuvato da una doppia tipologia di sospensione, per la precisione una multilink al retro mentre sull’asse anteriore trova posto una nuovissima sospensione a doppia forcella con asse sterzante semi-virtuale sensitivo per consentire una migliore sensazione all’atto della sterzata. Ma non finisce assolutamente qui poiché Alfa ha dotato la Giulia anche di un nuovo sistema di distribuzione della coppia che, lavorando in tandem con una doppia frizione, consente al differenziale posteriore di dare separatamente ad ogni ruota la quantità giusta di coppia motrice in modo da migliorare e la sicurezza di guida in condizioni di grip carente e per consentire una guida più divertente senza avere un intervento troppo invasivo del controllo elettronico di stabilità.

La casa tricolore ha introdotto sul nuovo modello anche un nuovo sistema frenante integrato, concepito come un innovativo controllo elettromeccanico che combina le funzioni di un controllo di stabilità a quelle di un tradizionale servofreno al fine di consentire una risposta frenante immediata in spazi contenuti,grazie anche alla distribuzione delle masse ottimizzata di cui si è parlato in precedenza.

Last but not least l’introduzione di uno splitter aerodinamico e una versione rinnovata del già conosciuto sistema Alfa DNA, che consente al guidatore di selezionare 4 modalità di guida (Dynamic,Natural,Advanced Efficient,Racing) semplicemente agendo dalla console nel proprio abitacolo. La Giulia sarà disponibile al pubblico anche equipaggiata con la motorizzazione turbodiesel a 4 cilindri e, su alcune versioni, come opzione sarà disponibile la trazione integrale.
L’operazione amarcord della casa del biscione è ufficialmente cominciata, certo combattere contro le competitors tedesche come Audi A4, Bmw Serie 3 e Mercedes classe C non sarà affatto semplice. Ma una cosa è certa:con quel design molto più aggressivo e meno istituzionale della 159 e soprattutto con la versione QV, si potrà quantomeno riportare, soprattutto negli appassionati, il caro vecchio spirito Alfa dei bei tempi andati.

La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia
La nuova Alfa Romeo Giulia
Un particolare della nuova Alfa Romeo Giulia
Un particolare della nuova Alfa Romeo Giulia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.