Opel OnStar: sicurezza e tecnologia sempre in auto

Il sistema potrà essere gestito semplicemente con un tasto
Il sistema Opel OnStar potrà essere gestito semplicemente con un tasto

E’ stato lanciato ufficialmente il sistema Opel OnStar, sistema che permetterà a tutti gli automobilisti di chiamare i soccorsi grazie ad un pulsante e di essere sempre connessi

Dopo la presentazione al Salone di Ginevra, Opel ha deciso di equipaggiare tutte le vetture MY 2016 con sistema Opel OnStar, piattaformadi nuovissima concezione dalle molteplici funzioni, che vanno dalla hotspot di bordo fino alla chiamata dei soccorsi via satellite.
Sul fronte della connettività si segnala infine la presenza della connessione 4G LTE con hotspot WiFi che consente fino a sette passeggeri di collegarsi a Internet da qualsiasi dispositivo mobile. Da notare però che il supporto alle reti mobili veloci è inizialmente assicurato solo in Germania, Gran Bretagna e Paesi Bassi.

Per quanto riguarda la sicurezza, invece, il sistema dovrebbe essere in grado chiamare autonomamente i socorsi. Il sistema, infatti, in caso di attivazione di un aribag dopo un impatto, provvederà subito ad inviare un segnale di emergenza al centro assistenza di Opel OnStar, situato in Gran Bretagna, con i dati del veicolo, il luogo dell’incidente e l’entità dei danni, se valutabile direttamente dal sistema.
Una volta ricevuto il segnale, un operatore provvederà a contattere i passeggeri ed eventualmente invierà una richiesta ai mezzi di soccorso.

Ma l’assistenza non si limita al “semplice” incidente. In caso di guasto della vettura, infatti, il cliente può inviare la richiesta di soccorso mediante un tasto dedicato.
Inoltre, in caso di furto della vettura, il cliente può localizzare il proprio veicolo in ogni momento e fornirne la posizione alle forze dell’ordine o di attivare il blocco dell’accensione (attivabile dallo smartphone) in modo da bloccare l’auto.

Il sistema potrà essere gestito mediante un’app dedicata e sarà attivo in oltre 30 paesi europei. Già attivo negli USA sui veicoli a marchio GM, sbarcherà in Italia ed in altri 12 paesi (Austria, Belgio, Francia, Germania, Regno Unito, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Spagna e Svizzera) ad agosto, per poi arrivare nei mesi successivi nei restanti paesi.

Il sistema, gratuito per il primo anno, avrà un costo annuale di 99 euro.

Il primo modello ad essere equipaggiato di serie con il sistema OnStar sarà la nuova Opel Astra, che verrà presentata a settembre al Salone di Francoforte.
Di serie per l’allestimento Cosmo, la piattaforma potrà essere installabile come optional al costo di 500 su tutti gli altri allestimenti.

Altre informazioni sono disponibili sul sito ufficiale di Opel OnStar.

Un semplice schema che mostra il funzionamento del sistema Opel OnStar
Un semplice schema che mostra il funzionamento del sistema Opel OnStar

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.