Rally d’Argentina: Meeke porta la Citroen al trionfo!

Kris Meeke in azione durante il Rally d'Argentina
Kris Meeke in azione durante il Rally d’Argentina

La vera notizia, al termine del Rally d’Argentina, è che nessuna delle Volkswagen si è classificata al termine delle speciali, consentendo ai piloti dotati di vetture “normali” di darsi battaglia per la vittoria, ottenuta da un fenomenale Kris Meeke che, già dalla prima speciale aveva preso il comando delle operazioni.

Primo successo in carriera per Meeke

Probabilmente, il pilota britannico sarebbe riuscito a trionfare ugualmente ma, riuscire a correre senza dover isneguire le vetture più veloci, ha messo Kris in condizione di controllare, senza tentare di strafare.
Il pilota, infatti, non solo è stato il più veloce di tutti, ma è stato anche quello che ha commesso meno errori in questo Rally d’Argentina.
Citroen, sicuramente poco contenta del rendimento del pilota nella prima parte della stagione, ha raccolto il successo numero 92 nel WRC e si è dovuta ricredere, tornando a vedere quel pilota che all’inizio della carriera dava filo da torcere a tutti.

A rendere perfetta la giornata della Citroen ha contribuito anche il norvegese Mads Ostberg che, nonostante i problemi di salute che lo hanno colpito durante il rally, è riuscito a conquistare il secondo posto assoluto grazie al terzo posto ottenuto nella power stage.
Il pilota Citroen ha comunque mostrato la sua abilità sui fondi scivolosi, sfruttando anche gli aggiornamenti portati dalla Casa del doppio chevron in questo appuntamento del mondiale WRC.

Chiude il podio del Rally d’Argentina il giovane Elfyn Evans che, oltre a riportare la Ford del team M-Sport sul podio, coglie il suo primo podio in carriera.
Medaglia di legno per Martin Prokop, che agguanta il suo miglior risultato stagionale con la sua Ford Fiesta RS WRC preparata da un team privato e riesce a tenersi alle spalle Dani Sordo che, con la sua Hyundai i20 WRC, è stato una vera furia negli ultimi chilometri, recuperando un pò di tempo molto utile per il conseguimento di questo risultato.

Brutta giornata per il belga Thierry Neuville: il pilota ufficiale Hyundai, infatti, dopo una foratura nella giornata di giovedì, era riuscito a risalire la classifica fino alla quarta posizione, certo di poter arraffare qualche prezioso punto in classifica piloti, prima di commettere un grave errore nella PS12 di questa mattina. Dopo aver affrontato il primo tornante, il pilota ha toccato un muretto con la ruota posteriore sinista, spezzando praticamente a metà la sua sospensione e perdendo la ruota. Il belga, però, si è rimesso in strada, tentando di arrivare alla fine della speciale ma, dopo qualche minuto, ha dovuto parcheggiare la sua vettura a bordo strada.

Disfatta Volkswagen

E adesso arriviamo ai grandi delusi di questo Rally d’Argentina: gli uomini Volkswagen.
Ogier è stato messo fuori gioco già alla seconda speciale, mentre Mikkelsen ha dovuto alzare bandiera bianca poco dopo.
Tuttavia, il campione del mondo in carica è riuscito a conquistare tre punti nella classifica iridata grazie alla vittoria nella Power Stage e, visto che il suo principale inseguitore è il suo compagno di squadra Latvala, è riuscito ad allungare ancora in classifica.
Il finlandese Jari-Matti Latvala, invece, è arrivato fino alla PS11, dove il suo Rally ha avuto fine in seguito ad un problema al suo propulsore.

Ultima nota: l’ultima vittoria di un pilota britannico nel WRC risale al 2002, quando il leggendario Colin McRae (a cui Kris Meeke ha dedicato la vittoria di oggi) trionfò nel Rally Safari (in Kenya) a bordo della Ford Focus WRC, mentre l’ultima doppietta di Citroen risale al Rally di Finlandia 2012, quando Loeb vinse seguito dal finlandese Hirvonen.

Ecco il video con alcune azioni del Rally d’Argentina 2015

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.