Salone di Detroit: ecco le novità

Il Cobo Center, palazzo in cui si svolge il Salone di Detroit
Il Cobo Center, palazzo in cui si svolge il Salone di Detroit

Per il mondo automobilistico il nuovo anno inizia così: dal 18 al 26 gennaio, con il North America International Auto Show di Detroit, conosciuto come Salone di Detroit.Qui, saranno presentate tantissime anteprime di questo nuovo anno.

Il gruppo Bmw presenta:
-la Serie 2: dopo il debutto al Salone di Detroit, sarà in commercio a partire da marzo, a prezzi che vanno dai 30.600 euro per la versione 220i ai 48.060 della 235i. 108mm di lunghezza in più rispetto alla Serie 1 e una carregiata posteriore più larga. Un paio di cm in più per i passeggeri posteriori e 20 litri in più di bagagliaio per un totale di 390 litri e la possibilità di abbassare il divanetto posteriorie con schema 60:40 o 40:20:40 come opzione.Lo stile viene sottolineato invece dai gruppi ottici con tecnologia Led che richiamano un pò la Serie 1 Coupé nel posteriore. Sarà disponibile negli allestimenti Modern Line, SportLine ed M Sport e nelle varianti 220i( 2000 cc TwinPower Turbo da 184 CV e 270 Nm), M235i (sei cilindri in linea 3000 cc TwinPower Turbo da 326 CV e 450 Nm), 218d, 220d e 225d, tutti omologati alla normativa antinquinamento Euro 6. La variante turbodiesel è presentata nelle varianti da 143 CV (320 Nm), 184 CV (380 Nm) e 218 CV, il quale ha anche doppia sovralimentazione e 450 Nm di coppia. Tutta la gamma è disponibile con trasmissione manuale sei marce o con cambio ZF automatico otto marce in opzione, che contiene “paddles” al volante e Launch Control, tranne la 218d. Tra le tecniche per la riduzione dei consumi esistenti in questo modello troviamo gli Air Curtain per l’ottimizzazione dei flussi d’aria (il Cx è di 0,29) integrati nel paraurti anteriore e nei passaruota,il pacchetto EfficientDynamic che comprende il recupero dell’energia in frenata, lo Start&Stop e, se presente il cambio automatico, la funzione Sailing in abbinamento alla modalità di guida Eco Pro e ai dati del sistema di navigazione Professional. Inoltre, “clima” automatico di serie, sistema di selezione della modalità di guida, sedili anteriori regolabili e impianto audio Business a sei diffusori con ingresso Aux. Come optional, invece, possiamo scegliere il sistema radio Bmw Professional che sarà di serie solo sulla M235i, e possiamo inserire nel pacchetto anche il navigatore Professional con uno schermo da 8,8 pollici e il comando iDrive con Touch controller. Per rimanere sempre connessi invece possiamo optare per il pacchetto ConnectedDrive con app dedicate e connessione a Internet per il controllo in tempo reale del traffico e l’accesso ai social network, mentre per avere più sicurezza possiamo scegliere dispositivi di sicurezza come l’Adaptive Light Control, il Park Assistant con retrocamera,l’High Beam Assistant, il Driving Assistant con Lane Departure Warning, il controllo dei limiti di velocità e dei divieti di sorpasso e il cruise control attivo.
-la X1: sempre maggiore qualità per la nuova X1, che avrà a disposizione, secondo quanto annunciato, un sistema di connessione BMW ConnectedDrive rinnovato, e un restyling ad hoc degli esterni con nuove prese d’aria nella mascherina a renderla più sportiva nella visuale anteriore, nuovi cerchi in lega leggera da 17 pollici e un nuovo colore, il marrone brillante. Per quanto riguarda il design degli interni, invece, nuovi materiali e nuove tonalità di colore,e finiture in acciaio inox a renderla più solida. I servizi di connettività BMW ConnectedDrive saranno acquistabili anche in un secondo momento, dopo l’acquisto della vettura e comprendono anche svariate app sia per iPhone che per Android con le quali sarà possibile arricchire e personalizzare l’auto.

Nuova Mini versione John Cooper Works: anche se verrà presentata come una Concept, la vettura è quasi pronta per la produzione che avverrà probabilmente in marzo. Nel colore Bright Highways Grey lucidata a mano per renderla più brillante la JCW Concept sarà caratterizzata dal tetto rosso e da alcuni dettagli nello stesso colore, dalla doppia striscia longitudinale, dal kit aerodinamico specifico e i cerchi in lega da 18″. Nel lato anteriore, sono caratterizzanti le prese d’aria nel paraurti, le nuove luci a Led e il contorno nero della griglia. La nuova variante sportiva promette l’esperienza di guida più dinamica di tutta la gamma ma, per il momento, non sono stati diffusi i dati relativi alle prestazioni.

La Mercedes risponde alla BMW con l’anteprima della nuova Classe C, che punterà davvero in alto con un’estetica forte e decisa.

Porsche invece, dopo il debutto della Macan, decide di ampliare la sua offerta con la 911 Targa, che fa pensare quasi ad un ritorno alle origini: si ritorna al roll-bar centrale, come nei modelli degli anni ’60 e ’70, senza però rinunciare alle comodità. Il tettuccio infatti dovrebbe quasi certamente essere in grado di ripiegarsi da solo, e di sistemarsi nel posteriore, sopra il motore. I prezzi saranno svelati a Detroit, ma dovrebbero negli USA aggirarsi fra i 100.000 e i 120.000 dollari circa.

Altro notevole debutto al Salone di Detroit è quello della nuova Honda Fit-Jazz che sarà disponibile per il mercato statunitense alla fine del 2014 con il nome “Fit”, e in quello europeo nel corso del 2015 col nome “Jazz”. Una piattaforma tutta nuova, più lunga e in grado di offrire più efficienza e prestazioni migliori,e un nuovo, inedito propulsore, che potrà essere o convenzionale a benzina, o in versione ibrida. La versione Jazz, e quindi europea, ad esempio, avrà un motore a tre cilindri 1000 cc Turbo benzina da 105 CV, mentre 1500 saranno i cc per la versione ibrida, che avrà una potenza complessiva di 133 CV e una trasmissione a doppia frizione e sette marce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.