LM3D Swim: ecco la prima auto stampata in 3D

Di Marco Merlo

LM3D

Sempre più spesso, negli ultimi anni, si è sentito e si sente parlare delle rivoluzionarie stampanti 3D che consentono di realizzare molteplici tipologie di oggetti in modo relativamente rapido e semplice

Ebbene, ora dagli Stati Uniti arriva una notizia molto curiosa.
La Local Motor ha infatti anticipato che potrebbe introdurre sul mercato prima vettura di serie costruita interamente con l’ausilio delle stampaggio in 3D.
Svelata durante il SEMA Show di Las Vegas, l’auto in questione è denominata LM3D Swim ed verrà prodotta seguendo i processi e le tecniche del DDM, ovvero del direct digital manufacturing.
Per la sua costruzione verrà utilizzato un software Siemens, il Solid Edge per la precisione.
Il design della LM3D Swim è ad opera di Kevin Lo, vincitore del concorso online indetto dalla stessa Local Motor per l’occasione: l’aspetto dell’auto è quello di una cabriolet compatta a quattro posti, che ricorda alcune vetture tipo Buggy del passato.
Si tratta tuttavia di un prototipo, che utilizza vetri laterali e parabrezza della Mazda Miata/MX-5, come lascia intendere buona parte della scocca ancora “nuda”.
Partendo dal disegno originale a computer, lo stampaggio della scocca avviene creandola per deposizione successiva di strati e la plastica che la va a costituire è formata per il 20% da carbonio e per il restante 80% da ABS: le termoplastiche sono fornite dalla SABIC.
Per il momento Il 75% delle componenti viene prodotto tramite stampaggio tridimensionale ma è intenzione della casa riuscire ad arrivare, in futuro, ad una percentuale pari al 90%.
La LM3D Swing avrà propulsione totalmente elettrica e sarà costruita in una nuova fabbrica a Knoxville, Tennessee.
Dovrebbe essere messa in commercio tra circa un paio d’anni, non appena risulterà conforme a quanto stabilito dalla legislazione statunitense in termini di circolazione su strada e sicurezza: le prime consegne sono previste per l’inizio del 2017.
La Local Motor sarà comunque in grado di accettare prevendite già a partire dalla primavera del 2016, ad un prezzo previsto di circa 53mila dollari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.