F1, ecco le direttive di Pirelli per Monza

Dopo il “caso Vettel” di SPA, la Pirelli ha voluto evitare il verificarsi di casi simili, imponendo particolari limiti ai team per l’utilizzo delle coperture Soft durante il GP d’Italia

A Monza, infatti, i tecnici della Casa della Bicocca, hanno imposto ai team una diversa pressione di gonfiaggio dei pneumatici, con pressione di gonfiaggio delle coperture anteriori che passa da 20 a 21 PSI, mentre quella dei pneumatici posteriori sale da 18,5 a 19,5 PSI. Tenendo conto del fatto che 1 PSI vale 0.06 bar, le modifiche alle pressioni sono davvero minime.
Non sono stati richiesti cambiamenti nella temperatura massima di riscaldamento delle gomme nelle termocoperte che non deve superare i 110 gradi.

Inoltre, è stata imposta una riduzione dell’angolo di camber, che all’anteriore viene ridotta da 3,5 a 3, mentre al posteriore viene ridotta da 2,5 a 2.

Tuttavia, nonostante queste varie imposizioni fatte dal produttore ai team, la Pirelli non è riuscita a persuadere la FIA per l’imposizione di un numero massimo di tornate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.