F1: via libera al nuovo regolamento sui pneumatici 2016

Di Marco Merlo

Il Consiglio della FIA si è riunito per approvare le nuove regole relative agli pneumatici: Ultrasoft e scelta libera della mescole sono solo l’inizio

Si è svolta nella giornata di mercoledì 2 dicembre, a Parigi, la riunione del Consiglio Mondiale FIA che ha definito e approvato ufficialmente le nuove regole normeranno ciascun singolo aspetto per ciò che attiene i pneumatici nel Mondiale F1 del 2016: dalla scelta, alla preparazione fino all’utilizzo degli stessi durante le competizioni.
Ricordiamo che prima di tutto è necessario specificare che il nuovo regolamento si applica esclusivamente alle gomme slick, mentre non riguarda le wet e quelle intermedie.
La prima novità di rilievo è che accanto alle mescole slick, chiamiamole così, “tradizionali” è stata ora introdotta l’inedita Ultrasoft, riservata solo ai percorsi cittadini: la sua principale caratteristica estetica è legata al fianco di colore viola (Purple, ad essere precisi), tinta scelta direttamente online dai fan Pirelli.
Di fondamentale importanza sono gli aspetti legati alla fase di scelta e di preparazione dei pneumatici prima di ogni gara: sarà Pirelli, in accordo con la FIA, a decidere in anticipo i tre tipi di mescola che saranno ammessi ad ogni week-end di Gran Premio comunicandola poi ai vari Team in gara.
Non subisce variazioni il numero di set utilizzabili in totale per prove, qualifiche e gara.
Non solo, ma sempre Pirelli assegnerà ad ogni vettura due set obbligatori e quello avente la mescola più morbida, tra quelle selezionate, dovrà essere tassativamente conservato per il Q3.
I due set scelti da Pirelli e resi obbligatori dalla stessa, potranno avere anche mescole differenti ma sempre rimanendo entro le tre nominate.
I 10 set rimasti potranno essere scelti liberamente da ciascun Team, restando sempre all’interno delle tre mescole previste da Pirelli.
Sempre i Team, durante la loro scelta, dovranno attenersi scrupolosamente alla deadline fissata da Pirelli comunicandola direttamente alla FIA che informerà la Pirelli stessa in merito al totale di pneumatici da produrre.
In caso i vari Team non rispettino quanto previsto dalla deadline per la scelta, l’allocazione sarà decisa d’ufficio dalla FIA
Ad esclusione di quest’ultima, nessuno sarà informato in merito alla scelte compiute per le singole vetture, fino a due settimane prima della gara.
Dopo aver reso nota la decisione rispetto alle singole vetture in gara FIA procederà poi ad allocare, random, gli pneumatici tramite barcode come avviene già attualmente.
I Team decideranno per ogni vettura e la propria scelta permetterà di effettuare allocazioni diverse per piloti del medesimo Team: come di consueto, le gomme saranno marcate con colori diversi.
Durante la gara, per quel che attiene la restituzione dei pneumatici, continuerà ad essere utilizzato il sistema attuale senza alcuna modifica (1 set dopo i primi 40’ di FP1, 1 set al termine di FP1, 2 set al termine di FP2 e 2 set al termine di FP3)
I due set assegnati obbligatoriamente da Pirelli non potranno essere restituiti durante lo svolgimento delle prove e dovranno essere mantenuti disponibili in gara e, ameno uno di questi, dovrà essere usato nella gara: sarà il Team a decidere quale.
Continuerà ad esserci l’obbligo, per i top ten alla fine delle qualifiche, di restituire il set utilizzato in Q3 (per cui la mescola più morbida) e quello di partire in gara con il set con cui si è fatto segnare, in Q2, il tempo migliore.
Per tutti gli altri, invece, il set Q3 conservato sarà disponibile per la gara: in ambedue i casi, le regole sono identiche a quelle in vigore sino ad oggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.