Formula 1, test day1: Vettel il più veloce, Hamilton stacanovista

Si è conclusa la prima giornata di test al Montemelo: miglior tempo per Vettel, maratoneta Hamilton con 156 giri

E’ ufficialmente iniziata la stagione 2016 di Formula 1 con le vetture di tutti i team che sono scese in pista oggi per la prima giornata di test collettivi sul tracciato del Montmelo, che sorge ad una ventina di chilometri da Barcellona.

Il migliore di tutti è stato il tedesco Sebastian Vettel con la Ferrari SF16-H. Sebastian è stato anche l’unico a scendere sotto il muro dell’ 1’25”, fermando il cronometro sul tempo di 1’24″939. Per la nuova creatura di Maranello, i giri inanellati oggi sono stati 69 e, per fortuna sono stati tutti completati senza alcun problema, segno che l’affidabilità della Rossa potrebbe essere una cosa da non sottovalutare nemmeno in questa stagione.

Secondo tempo per il campione del mondo in carica Lewis Hamilton che, con la nuova Mercedes W07 Hybrid ha completato ben 156 giri. Per lui, il rilevamento cronometrico migliore è stato di 1’25″409 ma, se si considerano i chilometri percorsi, per il pilota Mercedes sono stati praticamente due GP e mezzo.

Terzo tempo per Daniel Ricciardo con la Red Bull RB12 motorizzata Renault. L’australiano ha percorso ben 87 giri, pagando 1″1 di ritardo da Vettel. Dietro di lui, per soli 47 millesimi, troviamo Valtteri Bottas con la nuova Williams FW38.

Chi ha fatto passi da gigante è stata sicuramente la McLaren, con Jenson Button che ha percorso ben 84 giri fermando il cronometro della sua migliore tornata sul tempo di 1’26″735. Sicuramente un debutto molto diverso di quello visto lo scorso anno e che lascia ben sperare in vista di questa stagione 2016.

Continuando a scorrere la classifica troviamo la Toro Rosso STR11 di Carlos Sainz Jr, che oggi ha esordito senza sfoggiare ancora la livrea ufficiale, che verrà presentata solo la settimana prossima. Lo spagnolo se l’è cavata egregiamente per metà giornata, poi un problema di lubrificazione al cambio ha invitato alla prudenza.

Ottava posizione per la Sauber, con lo svedese Marcus Ericsson che ha girato con la vecchia sauber C34 a causa di alcuni ritardi della scuderia nella progettazione della nuova monoposto. Per lui, i giri completati sono stati 88.

E’ iniziata in ritardo la giornata della Manor, ma è finita in crescendo: la squadra di Banbury ha dovuto rinunciare alla presentazione della MRT05 fissata prima dell’inizio della sessione mattutina, ma poi nel pomeriggio Pascal Wehrlein è riuscito a girare abbastanza con regolarità e con le gomme soft ha fermato il cronometro su un 1’28″292 che gli ha permesso di tenersi dietro la nuova arrivata Haas.

Per quanto riguarda il team Haas, diciamo che la nuova VF-16 ha regalato un piccolo brivido a Grosjean, quando in pieno rettilineo l’ala anteriore ha ceduto.
Il team ha risolto il problema ed ha mandato in pista Grosjean nel pomeriggio. Peccato per i pochi giri conclusi: solo 31.

Chiude la classifica la Renault, con la RS16 guidata oggi da Joylon Palmer. Per lui solo 37 giri e qualche problemino.

Da segnalare le condizioni dell’asfalto: tutte le squadre hanno girato con gomme intermedie nella mattinata a causa di alcune gocce di pioggia cadute durante la notte che hanno reso il tracciato abbastanza umido.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.