Formula 1, test day2: Vettel ancora al top, Ricciardo secondo!

Anche oggi Sebastian Vettel e la Ferrari SF16-H si sono confermati i più veloci sul tracciato del Montmelo. 172 giri per Rosberg e la Mercedes

La Ferrari è stata la vettura più veloce anche oggi, con Vettel che ha fermato il cronometro sul tempo di 1’22″810. Il tedesco ha utilizzato la nuova mescola UltraSoft per il suo giro migliore.
Comunque, a parte il tempo migliore, per la Ferrari è stata una giornata totalmente positiva, con il tedesco che ha inanellato ben 125 tornate. La Rossa, però, si è fermata nel finale, con Vettel che è stato costretto a parcheggiare la vettura a bordo pista. I tecnici Ferrari hanno poi spiegato che non c’è nulla da temere e che si trattava solo di una prova di pescaggio a secco.

Secondo tempo per Daniel Ricciardo, ex compagno di squadra di Vettel: l’australiano ha utilizzato il pneumatico con spalla Viola portato da in Spagna da Pirelli e, a parità di pneuamatico, si è fermato a 715 millesimi da Vettel. Tuttavia, la RedBull ha dimostrato di essere affidabile, con Daniel che ha collezionato ben 112 tornate.

In terza posizione c’è la Force India VJM09, che si è messa particolarmente in evidenza con Sergio Perez. Il messicano si è migliorato costantemente nell’arco della giornata e con le gomme super soft è arrivato a girare in 1’23″650, un tempo molto vicino a quello di Ricciardo con le extra soft. Inoltre anche lui ha messo insieme 101 giri, quindi la vettura della squadra di Vijay Mallya sembra essere nata bene.

Quarto tempo per Nico Rosberg, che comunque ha terminato ben 172 giri.
Il tedesco ha provato tutte e tre le mescole a disposizione, ma sembra comunque che la Mercedes si stia nascondendo un pochino.
Quinto tempo per Marcus Ericsson con la Sauber della passata stagione. Lo svedese ha compiuto diverse prove aerodinamiche, raccogliendo una gran quantità di dati da fornire ai tecnici Sauber che avranno l’arduo compito di analizzarli al meglio, visto che la nuova Sauber potrà effettuare solo un test. Ericsson, comunque, ha effettuato ben 101 giri, riuscendo anche a fare un interessante giro in 1’25″237.

Sesto tempo per Esteban Gutierrez, con la nuova Haas VF-16. Il messicano ha dovuto aspettare prima di scendere in pista perchè i tecnici stavano modificando i piloni dell’ala anteriore (che ieri ha ceduto mentre al volante della vettura c’era Grosjean). Sul finale ha piazzato un bel 1’25″524 con “semplici” pneumatici Soft. Gutierrez ha girato per tutto il tempo a sua disposizione ma, a causa del ritardo mattutino, non è riuscito a raggiungere quota 100 giri, fermandosi a 79.

Settimo crono per il finlandese Voltteri Bottas e la sua Williams FW38. Per lui il tempo migliore non è stato entusiasmante, visto che è stato “solo” 1’25″648 ma, evidentemente, i tecnici di Grove hanno voluto effettuare un lavoro diverso e, a testimonianza di questo, c’è il fatto che Bottas ha compiuto ben 134 tornate.
Ottavo tempo per il rookie Pascal Wehrlein, anche lui sotto quota 100 giri. Per il tedesco della Manor, il crono migliore è stato di 1’25″925.

Nona posizione, ma sicuramente tanto entusiasmo, per la McLaren-Honda. Al volante della monoposto di Woking oggi c’era Fernando Alonso che è riuscito a completare ben 119 passaggi, confermando che i tecnici giapponesi hanno lavorato molto sull’affidabilità del propulsore. Un risultato impensabile se si pensa che lo scorso anno la McLaren-Honda non riuscì a raggiungere 100 giri durante tutti i quattro giorni di test.

Completa la top ten la Renault RS16 di Jolyon Palmer, che oggi pare aver fatto un passo avanti sul fronte delle performance, scendendo fino a 1’26″189 con le gomme soft. Palmer ha completato solo 42 giri a causa di un problema al propulsore della sua monoposto che ha posto fine alla sua giornata anticipatamente.

Ultimo tempo per Max Verstappen con la Toro Rosso STR11 equipaggiata con la power unit Ferrari 2015. L’olandese ha dovuto fermare la sua monoposto prima di mezzogiorno per un problema. Il giovane Max è tornato in pista per il pomeriggio, girando tutto il tempo. Il suo miglior tentativo lo ha portato a fermare il cronometro sul tempo di 1’26″539, ma da Faenza dicono che questa non è la vera STR11 ma solo una versione sperimentale. Comunque il tempo di Verstappen non è male se si considera che è stato ottenuto con gomme medie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.