GP d’Europa: ecco orari e programmazione TV

Il tracciato del circuito di Baku
Il tracciato del circuito di Baku

La Formula 1 sbarca per la prima volta nella storia a Baku, in Azerbaijan, per il Gran Premio d’Europa che si disputerà su uno splendido tracciato cittadino

Finalmente siamo arrivati ad uno dei weekend più attesi di questa stagione: quello del GP d’Europa.
E’ la prima volta di Baku e dell’Azerbaijan, che a differenza del Messico e della Russia, che in Formula 1 ci sono tornati dopo tanti anni di assenza, si confronta per la prima volta con un evento del genere, ma visti gli investimenti fatti per ospitare il GP, ci aspettiamo grandi cose.

Sarà un weekend in cui tutti dovranno iniziare a lavorare duramente già dal venerdì per tentare di trovare subito la quadratura del cerchio su un tracciato sconosciuto a tutti e visto solo nei simulatori.

Il tracciato

Sarà anche un weekend combattuto, visto che quello di Baku è un tracciato cittadino molto tortuoso, da 6’007 metri di lunghezza, risultando più corto soltanto del tracciato di SPA-Francorchamps. Il tracciato alterna tratti lenti a tratti velocissimi e vanta un rettilineo principale lunghissimo: ben 2,2 chilometri.
Non mancano comunque curve da affrontare a velocità elevata.

Nella prima parte del tracciato, per le curve che vanno dalla 1 alla 7, troviamo tratti di rettilineo interrotti da curve a 90°. In questo primo tratto, che è un anello costruito intorno alla città vecchia, vedremo tante staccate secche e accelerazioni decise quindi, proprio questa prima parte del tracciato potrebbe regalare qualche emozione.

La strettoia della curva 8 che introduce nella parte guidata del tracciato
La strettoia della curva 8 che introduce nella parte guidata del tracciato

Dopo questa prima serie di curve, si andrà verso le curve 8, 9 e 10, in cui la carreggiata è larga poco più di 7 metri, come in ogni tracciato cittadino.
Proprio questa parte guidata, che prevede curve veloci e un’altra importante staccata alla curva 16, porterà nuovamente i piloti ad affrontare il lungo rettilineo principale.

Le classifiche

In classifica piloti Nico Rosberg è ancora al comando anche dopo i due deludenti risultati di Monaco e del Canada. Il tedesco della Mercedes, infatti, ha ben 116 punti in classifica, forte anche del bottino accumulato durante le prime quattro gare della stagione.
In seconda posizione c’è Lewis Hamilton, che ha appena 9 punti di svantaggio sul compagno di squadra.
Terza posizione per Sebastian Vettel, che ha raccolto appena 78 punti, forse troppo pochi rispetto a quanto avrebbe meritato. La causa di questa “mancanza” di punti è dovuta anche ai due zeri pesanti presi in Bahrain ed a Sochi.
Quarta posizione per Daniel Ricciardo, con 72 punti, seguito da Kimi Raikkonen che ne ha 69.

In classifica costruttori la Mercedes è “tranquillamente” al comando con ben 228 punti, ben 76 in più della Ferrari, attualmente in seconda posizione.
Terza posizione per la Red Bull, con 130 punti, seguita da Williams (81 punti), Force India (42) e Toro Rosso (32).
Sembra si sia leggermente “appannata” la Haas, che è scivolata in ottava posizione con 22 punti.

Programmazione TV

Questo evento rientra in uno dei nove appuntamenti visibili in diretta RAI, quindi la TV di stato trasmetterà in diretta tutte le sessioni del weekend. Ovviamente, per quanto riguarda la TV satellitare di Murdoch, il canale su cui vedere tutte le sessioni sarà il canale dedicato SkySportF1 HD.

Venerdì 17 giugno:
11:00 – Prove Libere 1 (RaiSport)
15:00 – Prove Libere 2 (RaiSport)

Sabato 18 giugno:
12:00 – Prove Libere 3 (RaiSport)
15:00 – Qualifiche (RAI 2)

Domenica 19 giugno:
15:00 – Gara (RAI 1)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.