Renault rientra ufficialmente in Formula 1

Dopo mesi di tira e molla, la Renault ha ufficializzato il rientro come costruttore nel Campionato Mondiale di Formula 1

Il costruttore francese ha ufficialmente acquisito il team Lotus F1, portando a termine un’operazione da circa 100 milioni di euro. La Reanult, quindi, tornerà con un suo team ufficiale sulla griglia di partenza del massimo campionato a ruote scoperte, e l’annuncio è arrivato proprio dal presidente di Renault, Carlos Ghosn.

Il comunicato stampa diramato da Renault, è stato chiaro, ed ha spazzato via moltissimi dubbi: “La Renault aveva due opzioni: tornare al 100 per cento o lasciare. Dopo uno studio approfondito, ho deciso che la Renault sarà in Formula 1, a partire 2016. I dati definitivi forniti dai principali stakeholder della F1 ci hanno dato la fiducia necessaria per accettare questa nuova sfida. La nostra ambizione è vincere, anche se ci vorrà del tempo. La decisione maturata dalla Renault di proseguire il suo impegno in Formula Uno è la conferma di come una parte essenziale dell’identità sia il Motorsport. La Formula 1 è il simbolo della passione per le automobili, ed oltre attirare molti clienti, è un’eccellenza tecnologica e operativa nonché una vetrina mondiale.”

Secondo alcune indiscrezioni, la Renault ha confermato ad Ecclestone l’impegno in Formula 1 per almeno nove anni, ottenendo in anticipo il pagamento del minimo dei diritti TV per i nove anni, cifra che dovrebbe servire a Renault per portare subito avanti lo sviluppo della nuova monoposto.

Il costruttore francese torna in Formula 1 con una squadra ufficiale dopo ben 5 anni, dopo essere stato costretto a vendere gran parte delle azioni in seguito al “crashgate”. Ma Renault non è mai uscita completamente dal circus, vincendo per ben 4 anni consecutivi il mondiale come fornitore ufficiale di propulsori alla Red Bull Racing, fin quando il cambiamento regolamentare si è rivelato “fatale” per Renault.
Renault continuerà a fornire i propri motori al team Red Bull: è notizia dell’ultima ora, i motori francesi saranno marchiati Tag-Heuer. L’accordo è stato ufficializzato appena una settimana dopo l’annuncio del divorzio tra la stessa Tag-Heuer e la Mclaren. La Red Bull nel 2016 continuerà quindi ad utilizzare la power-unit Renault, aggiornata come quella del team ufficiale.

Per quanto riguarda i piloti, nella nuova scuderia i sedili dovrebbero essere assegnati a Pastor Maldonado ed all’esordiente Joylon Palmer, ventiquattrenne britannico che sostituirà Romain Grosjean, pilota del team HAAS.

Il palmares della Renault in F1 è di tutto rispetto, visto che con i suoi 12 titoli costruttori e 11 titoli piloti risulta essere il secondo team più vincente della storia della Formula 1.

Inoltre, questo rientro è una buona notizia per tutta la Formula 1, che potrebbe acquisire nomi importanti come BMW, Audi o potrebbe vedere un rientro di Toyota, visto che, a quanto pare, anche Aston Martin dovrebbe rientrare in F1.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.