Ordini d’arrivo del 1. round della WSK Super Master Series

Negli scorsi servizi non avevamo dato conto degli ordini di arrivo delle finali del primo round della WSK Super Master Series a Castelletto di Branduzzo, conteggiando anche le penalità.

Nella 60 Mini vince Francesco Pizzi con 2 decimi di distacco su Leonardo Caglioni, mentre Adam Putera guadagna il terzo gradino del podio battendo per un decimo Roman Stanek. A seguire Delli Guanti, Kattoulas, Alessandro Famularo, Gustafsson, Guerrea e Fontecha a chiudere la top ten. Le penalità sono state attribuite a Cuman, Polman, Mini, Gomez, Zanfari e Smal, che aggiungono 5 secondi al tempo finale per caduta del musetto, mentre Evann Mallet è stato penalizzato di 10 secondi per un contatto ed è uscito dalla top ten.

Nella OK Junior si impone Sami Taoufik davanti a Isac Blomqvist e David Vidales che giungono in volata, quarto il compagno Fin Kenneally, Jewiss, Peisselon, Watt, Hauger, Shvetsov e Bulantsev, che arriva decimo perché penalizzato di 5 secondi per la caduta del musetto, così come Chappard e Caio Collet.

In OK è Niklas Nielsen a imporsi davanti a Pedro Hiltbrand e Christian Lundgaard, che regola sul traguardo Jean-Baptiste Simmenauer; a seguire Smolyar, Viscaal, Lombardo, Janker, Hanlehy e Legeret. Scuivoano fuori dalla top ten Tom Joyner e Felice Tiene, colpiti da 5 secondi di penalità per la caduta del musetto e perdono il quarto e quinto posto, mentre lo sdtesso destino tocca a Thomas Bale, Jessica Backman e Chia Wing Hoong.

In KZ1/KZ2 l’ordine d’arrivo vede Anthony Abbasse vincere sul compagno di squadra Bas Lammers, a Paolo De Conto, Jeremy Iglesias e Marco Ardigò tutti in meno di un secondo; dietro di loro Flavio Camponeschi, Stan Pex, Lorenzo Camplese, Andrea Dale (penalizzato, sarebbe stato settimo) e Alexander Schmitz. Penalizzati Andrea Dale, Jordon Lennox-Lamb, Jorge Pescador, Benjamin Tornqvist e Simone Alogna, mentre Joel Johansson è stato penalizzato per aver colpito Jorrit Pex. Lennox-Lamb, Pescador e Johansson, così come Dale, scivolano fuori dalla top ten.

In questa categoria gli ordini d’arrivo vanno così divisi: in KZ1 la classifica vede: Abbasse, Lammers, De Conto, Iglesias, Ardigò, Camponeschi, Camplese, Dale, Schmuitz e Forè; in KZ2 il primato va a Stan Pex, davanti ad Alex Irlando, Pollini, Dahlberg, Tornqvist, Dionisios Marcu, Skaras, Rosati, e Piccini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.