Moto3, suona l’inno di Mameli per Fenati in Texas

Gara Moto3 ritardata ma fortunata per lo Sky Racing Team VR46 per la vittoria di Romano, Bulega decimo e Migno 15°. Navarro secondo e Binder terzo, ma anche Locatelli quinto e Bastianini sesto.

di: RajaS

Come le altre classi, anche la Moto3 è tornata in pista COTA per il Red Bull Grand Prix of the Americas, terza gara della stagione. Dopo il wup del mattino dove al comando è stato Jorge Navarro (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS),  seguito da Niccolò Antonelli (Ongetta-Rivacold) e e Fabio Quartararò (Leopard racing), al momento della partenza in gara, i commissari hanno individuato olio in pista che ha rimandato la partenza per permettere la pulizia dell’asfalto.

La gara non è stata molto agitata come in altri circuiti, ma le giovani leve sono andati forte, sopratutto i tricolori che sono in quattro nella top ten. Settima vittoria in carriera per Romano Fenati che era partito dalla seconda fila ma già dalla prima curva  e riuscito ad agganciarsi ad Jorge Navarro in testa nei primi giri, ma quale fa un errore che permette all’ascolano di scappare e vincere, mentre lo spagnolo dopo una lotta con Brad Binder (Red Bull KTM Ajo) riesce a finire in seconda posizione, con 6 secondi abbondanti di gap. Binder arriva terzo con ulteriori 4 secondi di ritardo da Jorge. Philipp Oettl (Schedl GP Racing), poleman, dopo una gara tutta in top ten, arriva quarto e con Andrea Locatelli (Leopard Racing) quinto ed entrambi con più di 10 secondi di ritardo dalla vetta. Sesto un altro italiano, Enea Bastianini (Gresini racing Moto3) che nonostante le difficoltà durante il we, ha saputo adattarsi. Tanto dispiacere per Niccolò Antonelli (Ongetta-Rivacold) partito dalla 30° casella è riuscito a rimontare fino alla sesta posizione, ma a due giri dalla fine è caduto, sorte simile ha avuto anche Fabio Quartararò che scivola anche lui nei ultimi giri dalle posizioni di punta.

classifica completa qui

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.