MotoGP, Marquez fa la pole, ma Rossi in prima fila al #ArgentinaGP

A Termas de Rio Hondo, la MotoGP comincia a farci salire sul divano già dal sabato per un Marquez pazzo, Rossi coraggioso e Lorenzo volante

di: Urda Sanda

La paura della pioggia è rimasta ma le condizioni sono state asciutte per tutto il sabato argentino, e la classe regina ha lavorato in buone condizioni. La terza sessione di prove libere ha decretato come sempre i primi dieci che accedono alla Q2 con in testa Marquez nonostante una scivolata, Lorenzo, Iannone, Barbera, Vinales, Pedrosa, Aleix Espargarò, Crutchlow, Dovizioso e Rossi.

Nella FP4, la meno importante come crono, ma utile per la simulazione gara, è stata interrotta sul finale da un incidente simile a quello di Baz in Malesia, però stavolta sulla Ducati di Scott Redding (OCTO Pramac Yakhnich) e sempre la gomma posteriore. Dopo il rientro in pista per ultimi 4 minuti di sessione, scivola Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) alla curva uno, chiudendo quarto con davanti Marquez primo ed in vantaggio, seguito da un ripreso Iannone e terzo Valentino Rossi.

Dopo aver chiarito la situazione della gomma posteriore, gli esclusi dalla top ten in FP3, sono scezi in pista per combattere le prime due posizioni della Q1. Bradley Smith e Pol Espargarò con le loro Yamaha Tech3 si sono guadagnati la possibbilità di lottare per la pole insieme ai big. Scivolato ancora Jack Miller (Estrella Galicia Marc VDS) come fecce nella quarta sessione di libere, mentre Hernandez ancora qut, stavolta con la catena a penzoloni.

Pole con amarezza per Marc Marquez (Repsol Honda Team), quale dopo aver distrutto le speranze dei avversari con il suo 1’39.411, perde l’anteriore nella curva uno e finisce a terra. Ha intentato Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) a sciupare la prima piazza, ma gli mancavano 375 millesimi per riuscirci. Arriva forte anche Jorge Lorenzo fino alla terza casella, con una sola moto a disposizione, ma anche un ammiratore della gomma morbida sul posteriore, quale potrebbe essere ritirata domani per la gara dalla Micheline, visto l’incidente di Redding. Apre la seconda fila Dani Pedrosa in sella alla seconda HRC e precede i due omonimi del Ducati Team, Dovizioso davanti a Iannone, ed entrambi con un gap sui 7/8 decimi. Settima la Suzuki con Maverick Vinales che insieme a Hector Barberà (Avintia Racing) e Cal Crutchlow (LCR Honda), completano il terzo row.

La MotoGP torna sulla pista Sud Americana domani mattina per il wp, per continuare nel pomeriggio con la seconda gara della stagione.

classifica Q2 completa qui

foto: motogp.com

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.