Prima giornata di test a Montmelo: Lorenzo si conferma velocissimo

Lo spagnolo Jorge Lorenzo
Lo spagnolo Jorge Lorenzo

I motori della MotoGP rombano ancora sul ciruito del Montmelo. Ieri, infatti, dopo la gara di domenica, si è svolta la prima giornata di test.  Presenti 19 piloti, compresa la grande novità della Suzuki, ma solo una Honda, quella di Stefan Bradl. L’intero team Repsol, infatti, ha già fatto le valige, spostandosi ad Alcaniz, sul tracciato di Aragon, dove sarà raggiunto dalla squadra ufficiale Yamaha solo nella giornata di mercoledì.  Manca anche il team Gresini. Lorenzo domina ancora, Rossi cade. È palese che il maiorchino, con il suo best lap di 1’41”904 (leggermente più alto del tempo effettuato in qualifica, 1’41”566), sia perfettamente a posto con la moto; per lui solo qualche modifica di dettaglio e un serbatoio nuovo da provare. Discorso diverso per il Dottore, che prova differenti set up di ciclistica per riuscire ad essere combattivo già dai primi giri. Un problema che affligge anche Cal Crutchlow, oggi quinto proprio davanti al pesarese. Hayden conferma lo stato di forma e la grande affinità con questa pista, firmando il secondo tempo davanti al tedesco Bradl. Ma la moto che ci ha sorpreso di più è la nuova Suzuki HRH1, che va a piazzarsi subito davanti alla Ducati Pramac di Iannone e subito dietro alla CRT di Espargaro con un distacco di poco più di un decimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.