Rossi-Marquez ci sarà mai la pace?

Dopo un finale di stagione travolto dalle critiche Marc Marquez è pronto alla tregua, per Valentino Rossi forse neanche il più freddo degli inverni gelerà la delusione subita dal pilota spagnolo.

Di Carlotta Avenali

A pochi giorni dalla fine del campionato di Motogp che ha visto trionfare Jorge Lorenzo su Valentino Rossi tra mille polemiche, le acque torbide delle critiche ancora non sembrano essersi concluse. Infatti le continue accuse e polemiche sulla vicenda Rossi-Marquez non sembrano ancora placarsi e chissà se un giorno si placheranno del tutto, perchè la cosa certa è che la questione post Sepang ha generato discussioni sempre più crescenti, non solo tra i piloti ma anche tra gli organi direttivi della Motogp come la Dorna.

Alle fine del gran premio di Valencia a sangue caldo se non bollente, Valentino Rossi ha accusato pesantemente Marc Marquez con parole molto aspre e dure per il comportamento che ha avuto in pista nell’ultimo Gp; definendolo “imbarazzante”. E’ una reazione che ci può stare se si pensa all’incredibile stagione che ha fatto Valentino Rossi a 36 anni, e perdere il titolo all’ultima giornata dopo una bellissima rimonta dal venticinquesimo posto al quarto è ancora più dura. Purtroppo però queste sono le corse.

Niente è scritto fino alla fine, fino all’ultima curva dell’ultimo giro. Eppure dovrebbe saperlo bene Rossi dato che nel 2006 perse il titolo mondiale all’ultimo gran premio sempre a Valencia con allora avversario Nicky Hayden. Marc Marquez dopo il Gp ha fatto le sue dichiarazioni difendendo la propria posizione e il proprio lavoro fatto negli ultimi giri della gara, ma dopo qualche giorno dichiara di essere pronto a tendere la sua mano al pilota di Tavullia.

Si potrebbe intravedere un Marc Marquez dispiaciuto per l’andamento e l’esito di queste ultime gare del mondiale, ma soprattutto per le critiche che continua a ricevere attualmente dal mondo dei media e dei tifosi pro Valentino Rossi. Ma ora si intravede e si scopre un inedito Marquez maturo perchè si ritiene pronto e propenso per un chiarimento con l’italiano della Yamaha che nelle ultime settimane ha infervorato le critiche contro lo spagnolo e sparando a zero sul suo comportamento in pista, mentre il pilota della Honda dichiara di voler deporre l’ascia di guerra in nome della sportività che ha sempre contraddistinto questo sport.

E’ un Marquez che rimpiange i vecchi tempi dove a fine gara tra i due c’era un clima scherzoso e tra saluti e complimenti si mostravano a vicenda il loro reciproco rispetto. Ma a questo punto dopo tutte le dichiarazioni, saranno mai stati davvero “amici”? Magari entrambi cercavano di tenersi buono l’altro, Rossi per portarsi dalla sua il nuovo fenomeno della MotoGP ( come dice il proverbio “meglio farsi amici i nemici”), mentre per Marquez lisciare un po’ il pelo alla leggenda dato che lo spagnolo Rossi non è il punto di arrivo ma bensì la partenza, è voluto partire da ciò che ha vinto e conquistato il pilota pesarese per poter essere ancora più grande e più vincente.

Forse erano solo moine e sorrisoni, forse erano davvero “amici” ma la cosa certa è che l’uno era per l’altro lo stimolo vivente a far meglio ulteriormente ed a superarsi ogni volta di più. Probabilmente ritorneranno a lottare in maniera limpida e amichevole come lo scorso anno, forse non torneranno mai più ad essere come prima. Solo il tempo ci dirà come andranno le cose.

L’unica cosa che si è vista purtroppo è stato un finale di stagione sommerso da inutili critiche che fanno solo male a questo sport e di scelte decisamente sbagliate, dove troppa gente è riuscita a mettere il proprio zampino senza minimamente conoscere il vero lato piacevole di questo sport stupendo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.