Sepang test day 2: Petrucci velocissimo su Lorenzo

Danilo Petrucci in azione
Danilo Petrucci in azione

Ieri era stato il migliore dei ducatisti, oggi è stato il migliore di tutti! Danilo Petrucci stacca di un soffio Jorge Lorenzo e conquista il miglior tempo nella seconda giornata di test

Danilo Petrucci ha fatto segnare il tempo di 2’00″095, abbassando di quasi 8 decimi il tempo di Lorenzo di ieri. Il pilota ternano ha compiuto un totale di 46 giri, realizzando la sua tornata migliore al nono tentativo.

Secondo tempo per il mattatore del primo giorno di test Jorge Lorenzo, che ha pagato solo 60 millesimi di ritardo da Petrucci. Per Jorge anche una caduta alla curva 5 che, fortunatamente, è stata senza conseguenze.
Lorenzo si è molto migliorato nelle fasi finali della giornata, dimostrando che con il giusto setup può riuscire ad essere velocissimo anche quest’anno.

Terzo tempo per la Ducati Avintia di Hector Barbera, che sicuramente è stato la rivelazione di giornata. Del resto, lo spagnolo ieri non aveva nascosto che il nuovo software unico Magneti Marelli rappresenta addirittura un passo avanti rispetto a quello “Open” della passata stagione.

Quarto tempo per Marc Marquez, che risale la classifica dopo il settimo tempo di ieri. Dietro Marquez, a completare la top five, troviamo Cal Crutchlow con la sua Honda LCR.
Sesto tempo per Valentino Rossi che, anche oggi, si è dimostrato uno dei più attivi in pista. Rossi è riuscito è ridurre il distacco da Petrucci a poco meno di un secondo solo nella parte finale della giornata.

Continuando a scorrere la classifica c’è poi un terzetto di Ducati composto da Scott Redding, Andrea Iannone e dall’attesissimo Casey Stoner, tornato oggi in sella alla GP15 completando in tutto 45 tornate con un best di 2’01″103. Per Stoner il ritardo da Iannone è solo di 51 millesimi.
Chiude la top ten Bradley Smith con la sua Yamaha. Più attardati Dovizioso e i piloti Suzuki.

Oltre a Lorenzo e Pedrosa, scivolati nella stessa curva allo stesso modo, ci sono da segnalare anche le scivolate di Pol Espargaro Yonny Hernandez e Tito Rabat.
Attimi di apprensione, infine, per il terribile impatto di Loris Baz: al pilota francese è esplosa la gomma posteriore su uno dei lunghissimi rettilinei di Sepang mentre procedeva a circa 250 km/h.
Il pilota fortunatamente è illeso, ma la Michelin ha ritirato immediatamente tutti gli pneumatici morbidi per fare alcune verifiche sulle carcasse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.