Sbk: Domino Rea al Misano World Circuit

di Federica Ferretti

jonathan-rea

Kawasaki in testa fin dal primo giro, Ducati divise: ottima rimonta di Davies, ennesima caduta di Giugliano

Nell’ ottavo appuntamento della stagione SBK torna alla vittoria Jonathan Rea, che per l’occasione porta il figlio sul podio, il pilota Kawasaki riesce a dominare Gara1 restando al comando per tutti e ventuno i giri e resistendo alla pressione del compagno di squadra.

Tornando alla vittoria, successo che gli sfuggiva dal Gran Premio di Assen, Rea interrompe la rimonta di Sykes e Davies per la lotta alla classifica del Mondiale piloti, portandosi a 61 lunghezze dal compagno di squadra e a 74 dal ducatista, secondi e terzi in campionato.

In seconda posizione proprio Tom Sykes che non riesce a sfruttare la Superpole conquistata nella mattinata, battuta d’arresto per l’inglese che vede interrompersi la striscia positiva che lo aveva portato a vincere le ultime tre gare disputate.

Ottima gara anche quella dell’olandese Michael Van Der Mark che, aiutato anche dalle cadute di Giugliano e Hayden, riesce a portare la sua Honda in terza posizione e a sorpassare nella classifica piloti proprio il ducatista.

Ai piedi del podio Chaz Davies autore di un’incredibile rimonta che lo porta a risalire dalle retrovie, a cui era stato relegato dopo una caduta al primo giro, fino alla quarta posizione; alle sue spalle arrivano le BMW di Jordi Torres e Markus Reiterberger rispettivamente con il quinto e sesto piazzamento.

Gara interessante anche quella di Niccolò Canepa, chiamato a sostituire Sylvain Guintoli costretto ancora al riposo dopo il trauma cranico rimediato ad Imola durante la Superpole, che riesce a portare la sua Yamaha al settimo posto.

Chiudono la Top Ten Leon Camier, anche lui autore di un grande recupero, riesce a chiudere ottavo con la Mv Agusta, nono Roman Ramos con Kawasaki e decimo Anthony West.

Tutto rimandato a Gara2 per Davide Giugliano, dopo un ottima partenza finisce nelle ultime posizioni per una scivolata al terzo giro, resta comunque la dedica del ducatista sul casco a Fabrizio Pirovano grande pilota scomparso la scorsa settimana dopo una lunga malattia.

Non arrivano al traguardo Lorenzo Savadori e Xavi Fores, entrambi fuori dopo un contatto al via, Nicky Hayden per una caduta al terzo giro e Karel Abraham ritirato per problemi tecnici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.