WTCC: a Shangai la Citroen di nuovo sul tetto del mondo!

Il WTCC saluta Shangai al temrine del round cinese che ha visto Citroen laurearsi per la seconda volta consecutiva campione del mondo

Entrambe le gare sono state vinte dai piloti della casa francese, con Lopez e Muller a salire sul gradino più alto del podio rispettivamente in Gara1 ed in Gara2.

Gara 1

Nella prima manche di gara di Shangai, a conquistare la vittoria è stato José Maria Lopez, che ha così conquistato il suo ottavo successo stagionale e si avvicina sempre di più alla seconda affermazione mondiale.
Completano il podio Yvan Muller e Sébastien Loeb, che così regalano il secondo titolo consecutivo alla Citroen.
José è stato al comando dal primo all’ultimo giro e, grazie ad un ritmo infernale, è stato inavvicinabile per tutti gli altri.

Ai piedi del podio troviamo Nicky Catsburg, seguito da Mehdi Bennani, che vince così il trofeo Yokohama, Nicolas Lapierre e Tiago Monteiro, primo pilota Honda al traguardo.
Nona posizione per Hugo Valente, seguito dal nostro Stefano D’Aste, che chiude la top ten.

Fra i ritirati nel caos del via troviamo i piloti della ROAL Motorsport, Tom Chilton e Tom Coronel, la Honda di Gabriele Tarquini, la LADA di Rob Huff e la Cruze di John Filippi, mentre successivamente hanno alzato bandiera bianca anche Grégoire Demoustier e Ma Qing Hua.

Gara 2

Nella seconda gara di giornata, la vittoria è andata a Yvan Muller, che è riuscito a conquistare la leadrship soltanto nelle fasi finali della gara.
Infatti, il francese ha dovuto battagliare con Gabriele Tarquini, eroico a resistere alla Citroen con una vettura molto meno competitiva. Al termine, Tarquini ha vinto la volata finale con Lopéz per soli 25 millesimi, dopo un buon recupero dell’argentino.

Quarta posizione per Sébastien Loeb, che ha preceduto Rob Huff e Tiago Monteiro, autore di una buona rimonta.
Settimo Mehdi Bennani, che bissa il successo nel trofeo Yokohama e precede l’idolo locale Ma Qing Hua, al volante della quarta C-Elysée ufficiale.
Completano la top ten Lapierre e Filippi, con quest’ultimo che ha preceduto di pochi centesimi Norbert Michelisz.

Ritirati Sefano D’Aste, Valente e Catsburg, mentre le Chilton e Coronel non si sono nemmeno schierati in griglia per gli eccessivi danni causati dagli incidenti di Gara 1.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.